I cani ci capiscono

I cani capiscono il pensiero umano, reagendo di conseguenza. Non è una novità per chi possiede un quadrupede scodinzolante, ma di sicuro una conferma di un sentire comune a molti animalisti. A riprova di tutto ciò uno studio condotto dall’Università di Portsmouth.

Secondo gli esperti, il cane studierebbe il comportamento umano conseguente un divieto ricevuto. Se a Fido viene negato l’accesso ai biscotti, oppure a un cibo prelibato ma sconsigliato, aspetterà letteralmente il favore del buio per agire. Il cane attenderà l’assenza del proprietario e la sera tardi per avvicinare l’obiettivo e rubarlo.

>>Leggi come educare un cane possessivo

Le probabilità che il cane possa disobbedire sono quattro volte maggiori in una stanza buia, piuttosto che alla luce del giorno. È una strategia che rimanda ad un comportamento atavico, probabilmente figlio della genetica e degli antenati del cane. Proprio quelli che vivevano accanto all’uomo nelle caverne e agivano di notte per procacciare il cibo.

>>Scopri come i cani comprendono il linguaggio umano

Principalmente è la conferma che il cane comprende e capisce l’uomo. I test effettuati hanno confermato la predisposizione del cane ad agire in una stanza buia, sicuramente più sicura e tranquilla, perché priva del controllo umano. Probabilmente questa interpretazione del pensiero umano nasce da una convivenza costante e quotidiana, ma forse è data anche dalla spiccata empatia che si instaura tra i due.

14 febbraio 2013
Fonte:
Lascia un commento