Cervello in salute con 6 super cibi. Questo il consiglio che arriva dal Regno Unito, dove la nutrizionista londinese Cassandra Barns ha stilato una mini lista di alimenti che possono consentire alla mente di lavorare meglio e con maggiore costanza.

Secondo quanto riferito dalla nutrizionista londinese Cassandra Barns al Daily Mail alcuni cibi farebbero davvero bene alle attività cognitive, potenziando le capacità di memoria, concentrazione e analisi. Tra i 6 alimenti consigliati il cioccolato fondente, oggetto nell’ultimo periodo di diversi studi scientifici.

=> Scopri la dieta per dimagrire con il cioccolato fondente

I benefici per il cervello del cioccolato fondente deriverebbero sia dal contenuto di flavonoidi, utili ad esempio per contrastare l’insorgenza di Alzheimer e ictus, che dalla presenza di elementi molto importanti per il benessere cerebrale come zinco, ferro e magnesio. A patto però che la cioccolata consumata contenga almeno il 70% di cacao.

Un altro aiuto per il benessere del cervello arriva dai mirtilli blu, che proteggono le cellule cerebrali da stress ossidativo e infiammazioni. Utile in questo caso la presenza di polifenoli all’interno di questi piccoli frutti di bosco.

=> Scopri le proprietà curative dei mirtilli

Molto interessante anche il contributo offerto dalle alghe marine, che grazie al contributo di minerali supportano le normali attività cerebrali e il benessere cellulare del cervello. Se da un lato lo zinco favorisce il sistema cognitivo, dall’altro il contenuto di iodio aiuta a mantenere in salute il sistema nervoso.

A supporto delle funzioni cognitive le uova contribuiscono con l’apporto di vitamine del gruppo B e di ferro, utili anche al benessere del sistema nervoso. Contiene inoltre la colina, co-enzima essenziale denominato anche vitamina J e che è necessaria sia per la formazione della mielina (sostanza che ricopre le fibre nervose, anche quelle del cervello) che per la sintetizzazione naturale di acetilcolina (indispensabile per apprendimento e memorizzazione).

Fonte importante di magnesio sono anche i semi di zucca, i quali a loro volta rappresentano anche un’importante fonte di zinco. Questi due elementi forniscono come detto dei benefici per quanto riguarda le funzioni cognitive, di analisi, apprendimento e di ragionamento, come per l’ottimizzazione della trasmissione degli impulsi nervosi per il corpo.

Sesto cibo consigliato dalla nutrizionista londinese è il salmone, un vero e proprio “supercibo per il cervello” secondo Cassandra Barns. Apporto elevato di vitamine del gruppo B (in particolare di B12), proteine (che forniscono le “materie prime” per realizzare i neurotrasmettitori) e acidi grassi omega-3: tra questi ultimi spicca il DHA o Acido docosaesaenoico, molto importante per l’attività cognitiva (migliorando apprendimento, memoria e persino il quoziente intellettivo) e presente in elevate quantità nella materia grigia del cervello umano.

25 novembre 2016
Fonte:
I vostri commenti
Giovanni, sabato 26 novembre 2016 alle13:36 ha scritto: rispondi »

Un dubbio da esporre: sono diabetico del tipo 2, mi piace tanto il cioccolato fondente. come posso fare per ottenere i suoi vantaggi? Saluti

Lascia un commento