Hyundai prosegue il suo percorso verso l’evoluzione dell’alimentazione a idrogeno. La casa automobilistica coreana ha svelato a Seul il suo nuovo SUV alimentato con Fuel Cell, seconda generazione per il costruttore, ma che potrà contare sulla quarta generazione di celle a combustibile prodotte dalla stessa azienda. Il veicolo punta a raccogliere l’eredità dell’ix35, superando il suo predecessore sia per quanto riguarda le prestazioni che l’autonomia.

=> Leggi dettagli e prezzi della Hyundai IONIQ Plug-in Hybrid

Lo sviluppo del nuovo veicolo a idrogeno è stato realizzato prestando attenzione a quattro temi cardine, come specificato dalla stessa Hyundai: efficienza del sistema fuel cell, prestazioni, durabilità e miglior rapporto capacità/peso del serbatoio. Soddisfatto del risultato Lee Ki-sang, Senior Vice President presso l’Eco Technology Center di Hyundai Motor Group, che ha dichiarato:

Con un rendimento eccezionale, uno stile lineare e prestazioni senza compromessi, la nostra nuova generazione di SUV fuel cell è il perfetto esempio di veicolo ecologico del futuro. Hyundai sarà al vertice nello sviluppo e nella produzione di veicoli green in linea con una società vicina alle quasi zero emissioni.

=> Scopri le Hyundai fuel cell, ibride e guida autonoma presentate al Salone di Ginevra 2017

I miglioramenti in tema di efficienza del sistema hanno visto Hyundai portare la percentuale di riferimento al 60%, oltre quindi il 55,3% fatto registrare dalla ix35. Proprio grazie a questi progressi è stato possibile dichiarare un’autonomia su ciclo europeo NEDC di circa 800 km. Cresce anche la potenza massima, che passa da 136 a 163 CV (+20%), mentre i costi di produzione sono risultati contenuti grazie all’introduzione di componenti avanzati come il MEA (membrane electrode assembly, la membrana elettrolitica) e le piastre bipolari.

Grazie allo sviluppo di una più efficiente tecnologia di catalizzatori è stato possibile inoltre aumentare la longevità del nuovo SUV Fuel Cell Hyundai rispetto al suo predecessore. Un ulteriore intervento ha riguardato il rapporto capacità/peso dei serbatoi, le cui pareti sono state ridotte di spessore al fine di incrementarne la capacità gravimetrica. Gli stessi contenitori sono passati dall’essere due di diverse dimensioni a tre di egual misura.

A bordo della vettura sarà presente anche una tecnologia di guida assistita, sulla quale però Hyundai ha preferito mantenere il più stretto riserbo. Ulteriori dettagli sembra saranno diffusi a gennaio 2018 in occasione del lancio ufficiale della vettura, previsto in occasione del CES di Las Vegas.

23 agosto 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento