Hyundai ix35 FCEV. Ecologia nel segno delle celle a combustibile

Articolo scritto da Cesare Cappa

Non si tratta dell’ennesimo esercizio tecnologico a tutela dell’ambiente. La Hyundai ix35 FCEV (Fuel Cell Electric Vehicle) è una solida realtà. Derivata da anni di esperienza nel campo delle celle a combustibile alimentate ad idrogeno. Una volontà ecologica, che si palesa attraverso la tecnica. Una scelta mirata e consapevole, tanto che già nel 2000 la casa Coreana aveva elaborato su base Santa Fe, una meccanica di questo tipo. Il passaggio successivo fu Tucson ad idrogeno ed oggi è la ix35 a prendere in mano il testimone, rappresentando a tutti gli effetti la terza generazione della tecnologia a celle a combustibile targate Hyundai.

Huyndai ix35 FCEV: la vettura

Rispetto al resto della gamma, il SUV coreano si distingue per il frontale, che si dota di una mascherina in stile Santa Fe. Quello che rimane si declina come di consueto e anche a bordo nulla è mutato. Stessi spazi, stesse forme. Il cambiamento si cela sotto il cofano e non solo, ovviamente. L’unità elettrica di ix35 FCEV sviluppa 100 kW (136 CV) e 300 Nm di coppia motrice. I serbatoi destinati allo stoccaggio dell’idrogeno prendono posto sotto il pianale di carico. E i 5,64 kg di capacità totale dovrebbero garantire circa 594 km di autonomia, ossia 0,95 kg di idrogeno ogni 100 km di strada. La vettura si comporta esattamente come una qualunque altra ix35 e la rivale in famiglia si palesa sotto forma della versione 1.7 CRDi. I km di velocità massima sono 160 e per passare da 0 a 100 km/h ci vogliono circa 12,5 secondi.

Hyundai e l’idrogeno

Come dicevano, la casa coreana crede fermamente nel progetto a celle a combustibile. Tanto da aver realizzato un centro di ricerca e sviluppo specifico per questo tipo di tecnologia. Al momento non si è discusso di alcuna commercializzazione circa la Hyundai ix35 FCEV. Ma presto saranno ufficializzate accordi con municipalità particolarmente sensibili al tema ambientale. Alcune di queste vetture sono già in circolazione dallo scorso anno, in dotazione (a livello europeo) ad enti pubblici e società private. Ci sono 15 esemplari presso la città di Copenaghen e altre 5 circolano a Londra. Metropoli con la quale Hyundai ha deliberato una partnership, diventando membro del London Hydrogen Network Expansion (LNHE). Una collaborazione sfociata poi nella London Hydrogen Partnership (LHP). Un accordo che ha realizzato diversi progetti in tema idrogeno, legati alla realizzazione di due stazioni di rifornimento, bus e taxi alimentati con questo tipo di combustibile.
La tenacia dimostrata da Hyundai nel campo della salvaguardia dell’ambiente è stata premiata. Tanto che la ix35 FCEV farà da apripista nell’iniziativa promossa dalla Commissione Europea, che verte sul tema delle celle a combustibile: Fuel Cells & Hydrogen Joint Undertaking (FCH JU).

2 aprile 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento