Hyundai si prepara a portare al debutto la nuova Ioniq, progetto rivoluzionario nel suo genere perché si tratta della prima gamma di modelli sviluppata specificamente per l’equipaggiamento con propulsioni eco friendly: elettrica, ibrida e ibrida plug–in.

Dopo l’anteprima dello scorso marzo al Salone di Ginevra, la prima vettura modulare all’insegna della sostenibilità farà il proprio ingresso nei listini Hyundai il prossimo ottobre, relativamente al mercato britannico.

Già definiti i prezzi di lancio, che partiranno da 13.995 sterline (corrispondenti a poco meno di 16.400 euro) per la versione ibrida, e da 28.995 sterline (circa 35.100 euro, al cambio attuale) per la Ioniq elettrica. All’appello manca una indicazione di listino per la Ioniq ibrida plug–in (cioè ricaricabile): il prezzo sarà comunicato più avanti.

Riguardo all’impostazione powertrain, la Hyundai Ioniq ibrida viene equipaggiata con un motore a benzina da 1,6 litri e 104 CV di potenza, abbinato a un’unità elettrica da 43 CV; il gruppo motopropulsore (147 CV la potenza complessiva del modulo benzina–elettrico) si completa con l’adozione di un cambio manuale a sei rapporti con comando a doppia frizione.

La velocità massima dichiarata è di 185 km/h, tuttavia decisamente interessanti (nell’ottica dell’impiego e del target di clientela che farà senz’altro attenzione al rendimento del veicolo su strada in termini di economia di esercizio) i valori di consumi ed emissioni: per la Ioniq ibrida, Hyundai denuncia un consumo a ciclo medio di 3,4 litri di benzina per 100 km, mentre le emissioni di CO2 sono nell’ordine di 79 g/km.

Relativamente alla dotazione di serie, la nuova Hyundai Ioniq ibrida che debutterà oltremanica il prossimo 13 ottobre prevede l’impianto audio “DAB”, il sistema infotainment con connettività Bluetooth, il dispositivo di frenata automatica di emergenza, il Cruise control e i sensori posteriori per le fasi di manovra.

L’equipaggiamento della nuova Hyundai Ioniq elettrica si presenta più ricco: fanaleria full LED, Cruise Cotnrol adattivo e navigatore satellitare, sistema di frenata rigenerativa attraverso il piantone dello sterzo. L’autonomia dichiarata per la versione zero emissioni della nuova Ioniq è di 280 km; interessante la possibilità di ottenere l’80% di ricarica in circa mezz’ora grazie all’impiego di un caricabatterie “Combo Rapid” da 50 kW.

5 luglio 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento