In un futuro non troppo lontano sarà possibile percorrere i 610 km che separano Los Angeles da San Francisco in meno di 35 minuti e a zero emissioni. A rendere concreto il viaggio lampo sarà il nuovo sistema di trasporto ideato da Elon Musk basato sulla levitazione magnetica passiva e ribattezzato Hyperloop.

La tecnologia consente di viaggiare a una velocità di 1.200 km/h all’interno di tubi pressurizzati in cui levitano i convogli che trasportano i passeggeri o i treni merci. Il fondatore della Tesla Motors ha presentato il progetto futuristico nel 2013. A lavorare per renderlo concreto è la start-up Hyperloop Technologies.

A distanza di 3 anni dalla presentazione di Hyperloop, l’azienda ha organizzato una dimostrazione in un parco industriale realizzato nel deserto, alle porte di Las Vegas, rivelando ulteriori dettagli sull’innovativo sistema di trasporto. Il prototipo sfrutta il metodo Inductrack, ideato dal fisico Richard Post nel 2000. Le carrozze sono dotate di batterie che alimentano i motori e di magneti, in grado di interagire con le bobine presenti lungo il tracciato non elettrificato.

I passeggeri potranno sedersi da soli o in gruppo all’interno di capsule che verranno accelerate con i magneti. Non toccando il suolo i convogli non verrebbero influenzati dalle condizioni meteorologiche o dai terremoti. Il rischio di incidenti secondo la Hyperloop Technologies è nullo perché in caso di black-out le carrozze toccherebbero il suolo soltanto dopo aver raggiunto la velocità minima.

Le capsule, con una capienza dalle 6 alle 8 persone, partirebbero ogni 30 secondi. Le centinaia di corse giornaliere consentirebbero di rientrare facilmente nell’investimento iniziale e di offrire biglietti a costi competitivi ai viaggiatori. Ogni biglietto costerebbe circa 20 dollari.

Sia i costi che i tempi sono inferiori a quelli di un viaggio in aereo. Un volo da Los Angeles a San Francisco impiega oltre il doppio del tempo rispetto ai 35 minuti promessi dal nuovo sistema. Il sistema di trasporto sarebbe nettamente più conveniente anche delle linee ferroviarie ad alta velocità e dei sistemi di levitazione magnetica basati sulla tecnologia Maglev, che necessitano di infrastrutture più costose e di molti punti di rifornimento lungo il tracciato.

Secondo le stime della start-up i costi della linea da Los Angeles a San Francisco si aggirano sui 16 miliardi di dollari. Le stime dei critici sono molto più alte: intorno ai 100 miliardi di dollari. In ogni caso tutti concordano sulla portata rivoluzionaria del sistema di trasporto, che ora è però ben lontano da una velocità soddisfacente. Il prototipo ha raggiunto una velocità massima di 32 km/h.

Elon Musk ha dichiarato che non intende realizzare il sistema di trasporto, ma ha fornito il suo design gratuitamente alle aziende interessate. Il fondatore della Tesla Motors ha ribadito che le sue idee sono al servizio di chiunque voglia impegnarsi a fare la differenza nel progresso dell’umanità.

11 maggio 2016
Fonte:
Lascia un commento