Dopo precedenti anticipazioni relative a una nuova gamma di autovetture a tecnologia ibrida plug–in, Honda rivela in queste ore che il primo modello arriverà sul mercato entro il 2018. Si tratta, secondo quanto comunicato dai vertici della filiale Usa del marchio giapponese, di una vettura che supererà la soglia di 60 km in modalità completamente elettrica: quanto basta, sottolineano i dirigenti americani, per coprire il quotidiano tragitto casa–lavoro e ritorno senza spendere un cent di carburante.

L’annuncio si deve a Ryan Harty, responsabile della Divisione Environmental Business Development di American Honda Motor Company, che all’apertura del Salone di Los Angeles (rassegna che si svolgerà fino a domenica 29 novembre), indica come:

Entro tre anni saremo in grado di portare al debutto un modello dotato di una tecnologia ibrida plug–in.

Una anticipazione di rilievo se si considera che soltanto nelle scorse settimane, al Salone di Tokyo, Honda aveva svelato in anteprima la Clarity Fuel Cell, berlina a celle di combustibile destinata a fare il proprio ingresso sul mercato giapponese all’inizio della primavera 2016, per entrare nei listini europei di Honda nei mesi successivi. Come ha sottolineato Ryan Harty:

La futura Honda ibrida plug–in porterà in dote un inedito complesso propulsore a due motori di nuova generazione. L’obiettivo è di offrire ai clienti un significativo passo in avanti nell’efficienza delle batterie, che dovranno almeno triplicare l’autonomia di guida in modalità completamente elettrica rispetto alla attuale Accord plug–in, che non supera 20 km.

Contestualmente, Honda ha in fase di studio un nuovo cambio automatico a 10 rapporti, che secondo le prime indicazioni consentirà un risparmio fino al 6% di carburante e cambi di marcia più rapidi, in modo da impedire sbalzi di regime troppo marcati e contribuire all’ottimizzazione di funzionamento del motore.

20 novembre 2015
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento