Al Salone di Ginevra in corso in questi giorni in Svizzera l’attenzione è focalizzata su quanto offre ad oggi il panorama automobilistico mondiale, con una certa attenzione alle motorizzazioni pulite e alle strategie ecocompatibili dei costruttori.

Una delle novità più interessanti, in questo senso, è la Honda EV Concept, modello sperimentale che prefigura una prossima elettrica adatta anche e soprattutto per gli spostamenti urbani, come ha spiegato alla conferenza di presentazione il presidente e CEO della casa giapponese, Takanobu Ito:

La lunga e comprovata esperienza di Honda nel campo delle tecnologie elettriche applicate alla mobilità ci ha permesso di capire le esigenze dei nostri clienti. Nella visione Honda, una vettura elettrica deve essere in grado di garantire funzionalità ma deve anche essere divertente da guidare. Le caratteristiche di EV, vettura studiata per il pendolarismo urbano, rappresenteranno quindi una perfetta integrazione alla mobilità offerta dall’ibrido plugin e dall’auto elettrica a celle a combustibile FCX Clarity.

La vettura elettrica che deriverà dalla EV Concept arriverà sui mercati giapponese e americano nel 2012, ma il futuro a zero emissioni per Honda si chiama “Road to Zero Emissions“, definizione dietro cui si nascondono un insieme di tecnologie verdi per l’autotrazione, che vanno dai moduli ibridi a quelli totalmente elettrici plugin, passando per quelli a celle a combustibili che saranno implementate nei veicoli di prossima generazione.

A Ginevra è stata annunciata anche una nuova piattaforma ibrida plugin di dimensioni medie che sarà implementata su un veicolo in arrivo il prossimo anno, mentre riguardo la tecnologia a celle a combustibile è presente la Honda FCX Clarity, la prima vettura di serie alimentata con questo sistema e disponibile già in America e Giappone con la formula del leasing da circa 3 anni.

Lo stand Honda ha mostrato in questi giorni anche la Jazz Hybrid, che sarà distribuita da questo mese in diversi mercati andando a rappresentare la prima utilitaria ibrida di segmento B prodotta in serie.

Tutti i veicoli presentati o comunque annunciati al salone europeo fanno parte dell’Honda Electric Mobility Network, il piano globale di riduzione delle emissioni di CO2 portato avanti dalla casa giapponese attraverso la diffusione di veicoli efficienti e puliti, dai consumi contenuti e dalle emissioni notevolmente più basse di quelli alimentati da propulsori tradizionali.

3 marzo 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento