Hollywood verso il divieto di pellicce, pelli e lana

Buone notizie per chi ha a cuore i diritti degli animali. Il Consiglio comunale di West Hollywood, in California, ha approvato in via preliminare un’ordinanza che vieta la commercializzazione di capi di abbigliamento prodotti con pelli, lane o peli animali.

Per essere approvato in via definitiva, il provvedimento, che nella prima consultazione ha ottenuto il sostegno di oltre 120 consiglieri, dovrà ora superare il vaglio di una seconda discussione in Consiglio. Intanto, però, non sono mancate le prime reazioni, sia entusiastiche che ferocemente polemiche.

Dopo la seduta del Consiglio, la folla che si era radunata all’esterno del palazzo ha festeggiato la notizia con applausi e cori di approvazione. Proteste, invece, sono giunte dalla locale Camera di Commercio, per bocca di Genevive Morilli, secondo la quale l’amministrazione «non sta facendo niente di buono per aiutare gli animali, così facendo danneggia solo i negozi della comunità hollywoodiana».

A determinare l’approvazione provvisoria del divieto sono state soprattutto le pressioni dei gruppi animalisti. Gli stessi che qualche mese hanno ottenuto che il consiglio della Contea di San Francisco inserisse in agenda la possibile approvazione di un provvedimento altrettanto drastico, che vieta il commercio di animali domestici.

L’ordinanza hollywoodiana anti pellicce dovrebbe entrare in vigore a partire dal 2012, sempre ammesso che il provvedimento ottenga il definitivo via libera nella prossima lettura.

3 ottobre 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento