Un gel vegetale per curare l’herpes labiale. La novità è in arrivo dalla Francia ed è stata messa a punto da un gruppo di ricercatori dell’Hôpital L’Archet di Nizza. L’alternativa ai normali prodotti farmaceutici antivirali ha superato, con il nome di CS20, la fase di sperimentazione e potrebbe presto debuttare sul mercato.

>>Scopri come curare la pelle secca senza farmaci con i rimedi naturali

L’herpes labiale è una patologia infettiva generata prevalentemente dal virus Herpes simplex 1 (HSV-1). Una volta all’interno dell’organismo può rimanere latente finché non emerge stimolato da fattori scatenanti quali ad esempio sbalzi di temperatura, stati febbrili, stress e improvvisi sbalzi ormonali. Una volta manifestato provoca sintomi quali bruciore, dolore, prurito, edema oltre all’antiestetica formazione di croste ed eritema. Durante la fase di sperimentazione sono state prese in considerazione proprio queste variabili per valutare quale fosse la reazione generata dal gel vegetale confrontato con l’aciclovir, uno dei rimedi farmaceutici più utilizzati.

>>Scopri quali trucchi sul mercato sono stati prodotti senza sperimentazione sugli animali

Il risultati dei test sono stati pubblicati sulle pagine del Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology e appaiono piuttosto incoraggianti per i ricercatori francesi. Gli effetti positivi del gel composto di trigliceridi vegetali si registrano già dopo un giorno, diversamente da quanto accaduto con il normale antivirale (circa una settimana). Simile la velocità di riduzione del dolore e del bruciore, entro un paio di giorni, ma differente l’intensità (più alta per il CS20).

Altri importanti vantaggi per questo gel vegetale sono l’assenza di reazioni negative registrate durante la sperimentazione e il mantenimento dell’idratazione labiale. L’unico aspetto negativo riguarda il possibile ritorno dell’herpes che, a differenza di quanto accade con gli antivirali farmaceutici, questa nuova soluzione non aiuta a prevenire.

10 gennaio 2013
Lascia un commento