A seguito dell’improvvisa mancanza di Scooter, il gatto più anziano del mondo purtroppo deceduto a pochi giorni dal riconoscimento ufficiale del titolo, un nuovo esemplare mira alla prima posizione della classifica. Si chiama Henry e, secondo quanto riferito dalla proprietaria, avrebbe già raggiunto la veneranda età di 30 anni. Al momento, però, il singolare record pare non sia stato ancora certificato.

Il titolo di gatto più vecchio del mondo è al momento stretto saldamente dalle zampe di Corduroy, un esemplare nato il primo agosto del 1989, e ospitato dalla proprietaria Ashley Reed Okura in Oregon, negli Stati Uniti. Ma il titolo potrebbe essere presto strappato dal rosso Henry: secondo quanto dichiarato dalla proprietaria Sally Brown, inglese del Norwich, il felino sarebbe stato adottato in quel di Cambridge nel marzo del 1986. Così ha dichiarato la proprietaria, secondo quanto riporta il Mirror:

Sono sicura che Henry sia il gatto più vecchio del mondo. La sua vista comincia a cedere e ha perso alcuni denti, ma allo stesso tempo non ha sofferto di gravi patologie.

Brows, un’infermiera veterinaria, è conosciuta nella sua cittadina per la sua incredibile passione per i gatti: ne accudisce, infatti, ben 15.

Ho lavorato con grandi animali come cavalli e orsi, Henry mi ha sempre accompagnato sedendo di fianco a me in auto.

La proprietaria, attiva i gruppi di recupero e salvataggio dei gatti randagi, ha però specificato di non essere alla ricerca di gloria personale per raggiungere questo record, bensì vorrebbe approfittare della piccola esposizione mediatica per sensibilizzare sulle necessità dei gatti, sugli abbandoni, sui comportamenti responsabili per accudire gli amici a quattro zampe.

Affinché il titolo di gatto più vecchio del mondo venga effettivamente riconosciuto, però, sarà necessario fornire delle evidenze fotografiche che testimonino la nascita nel 1986, nonché sottoporre il gatto ad alcuni controlli di routine presso alcuni veterinari specializzati.

31 maggio 2016
Fonte:
Lascia un commento