Hamburger di insetti in vendita nei supermercati svizzeri dal 2017

L’azienda svizzera Coop ha ascoltato le raccomandazioni della FAO sull’integrazione degli insetti nella dieta occidentale, valutati un’alternativa più sostenibile alle proteine della carne. A partire da marzo del 2017 in tutti i punti vendita della catena di distribuzione elvetica verranno venduti hamburger, polpette e altre preparazioni alimentari a base di vermi, grilli, cavallette e locuste.

I nuovi prodotti troveranno posto vicino alla carne e al pesce perché possiedono proprietà nutrizionali simili. La svizzera COOP ha stretto una partnership con la startup Essento, specializzata nella produzione di alimenti a base di insetti, e sarà la prima a commercializzare i prodotti.

=> Insetti alternativa ecologica alla carne secondo studio UK, leggi perché

Le due aziende hanno unito le forze per ottenere l’autorizzazione al commercio di insetti per uso alimentare dall’Ufficio federale per la sicurezza alimentare e veterinaria. In Occidente mangiare insetti è ancora un tabù alimentare radicato, ma nel mondo ben 2 miliardi di persone li consumano abitualmente come fonte proteica principale.

A dispetto dei pregiudizi alimentari nutriti dalla maggioranza dei consumatori occidentali gli insetti non hanno un brutto sapore e sono tutt’altro che disgustosi. Le locuste hanno un sapore molto simile a quello del pollo. I vermi della farina invece ricordano molto il sapore delle noci.

=> Insetti e meduse cibo del futuro secondo il CNR, scopri perché

Dal punto di vista nutrizionale oltre all’apporto di proteine simile a quello garantito dalle carni e dal pesce gli insetti forniscono anche un’adeguata quantità di vitamine e minerali. Buono anche l’apporto di grassi insaturi, nutrienti toccasana per la salute cardiovascolare.

La dieta a base di insetti ha notevoli benefici ambientali. A differenza degli allevamenti intensivi di bovini e di suini gli allevamenti di insetti non consumano grandi quantità di risorse idriche e di cibo. Inoltre le emissioni di gas serra dell’attività sono trascurabili.

Roland Frefel, responsabile prodotti freschi Coop, ha spiegato che con questa mossa l’azienda vuole anticipare il futuro, portando sugli scaffali cibi che nei prossimi anni diventeranno parte integrante della dieta occidentale:

Con una nuova offerta di prodotti lavorati a base di insetti selezionati vogliamo incentivare una produzione alimentare orientata al futuro, aprendo per primi la strada per nuovi universi del gusto.

20 dicembre 2016
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento