Ideale per la stagione autunnale, per ritemprare le forze dopo i primi freddi e il cambio dell’ora, ma anche per celebrare Halloween, è la vellutata di zucca. Un piatto sano, naturale, che riporta alla delicatezza dell’infanzia e alla semplicità dei cibi genuini. Classico esponente del comfort food, la vellutata può diventare ancora più ricca con l’aggiunta di legumi e aromi, così da abbracciare la stagione e sposare il concetto di basso impatto energetico. La preparazione del piatto vegetariano è semplice, veloce, rilassante, ideale per liberare la mente dallo stress, lavorando con le mani. Scavando, pulendo, toccando sapori e profumi dell’autunno e della festività delle streghe.

Un cibo con un basso apporto calorico, ricco di vitamine, nutrimento, proteine vegetali, quindi ottima per chi si affida all’alimentazione vegetariana. Morbida e corposa, la vellutata può avvalersi della presenza di pochi aromi utili per incentivare il suo gusto, senza spezzare il delicato sapore della zucca stessa. Un sapore dolce che ben si bilancerà con il frizzante del pepe, del curry e delle erbe aromatiche. Per una presentazione ottimale la si può servire in mini zucche precedentemente aperte, pulite, scavate e lavate. Da utilizzare come ciotole naturali magari proprio per la cena di Halloween, decorando la tavola a festa in pieno stile.

Ingredienti e preparazione

Zucca

Pumpkin soup on rustic wooden background. Macro shot with shallow depth of field via Shutterstock

Gli ingredienti per la preparazione sono:

  • 1 zucca piccola;
  • 1 bicchiere di lenticchie rosse;
  • una manciata di fagioli bianchi precedentemente lessati;
  • 1 carota piccola;
  • mezzo gambo di sedano;
  • 1/3 di porro;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • passata di pomodoro;
  • pepe, sale, curry, zenzero q.b;
  • 3 foglie di alloro;
  • 2 rametti di rosmarino;
  • un ciuffo di prezzemolo fresco;
  • olio d’oliva;
  • vino bianco.

Pulite la zucca con cura, eliminate i semi e la buccia con attenzione e tagliatela a tocchetti piccoli. A parte, in una padella capiente, fate rosolare il porro, il sedano, l’aglio e la carota precedentemente mondati e affettati sottilmente. Lasciate imbiondire irrorando con olio d’oliva, mescolando e appassendo con un goccio di vino bianco. Aggiungete mezzo cucchiaio di curry in polvere e un pezzetto di zenzero, quindi le lenticchie precedentemente lavate. Lasciate insaporire per qualche minuto, versate due cucchiaini di passata di pomodoro e salate.

Lasciate nuovamente rapprendere per poi ammorbidire con due mestoli di brodo di verdure, preparato velocemente con mezza cipolla, una patata e una carota. Quando le lenticchie rosse inizieranno a diventare più morbide, aggiungete la zucca e i fagioli bianchi, rabboccate con altro brodo vegetale completando con l’alloro e il rosmarino. Procedete nella cottura a fuoco dolce coprendo il tutto con un coperchio, mescolando e aggiungendo il brodo se necessario. Gli ingredienti si dovranno ammorbidire e mescolare facilmente. A fine cottura eliminate gli aromi, aggiungete a piacere un goccio di latte di soia per aumentare la corposità, quindi frullate il tutto. Servite caldo con una spolverata di pepe nero macinato sul momento, prezzemolo tritato, un goccio di olio d’oliva a crudo e del formaggio grattugiato. Accompagnate con crostini di pane tostato con olio e timo. Per una versione più leggera unite solo la zucca con le lenticchie, quindi insaporite con il timo e amalgamate con il brodo vegetale. Frullando ripetutamente la vellutata potrà risultare più morbida e delicata al palato, sprigionando il profumo tipico dei doni dell’autunno.

29 ottobre 2015
Lascia un commento