La festa di Halloween è ormai alle porte e, sebbene la tradizione sia tipicamente anglosassone, da qualche anno si è diffusa a macchia d’olio anche in Italia. Sempre più famiglie decidono di celebrare la Notte delle Streghe ma, tra il trambusto della vita moderna e i vari impegni quotidiani, non sempre è possibile prepararsi con grande anticipo alla ricorrenza. Vi sono, tuttavia, delle idee creative last minute, da mettere in pratica anche lo stesso 31 ottobre, possibilmente all’insegna dello spirito ecologico?

Sono molte le idee che possono essere realizzate, applicando il minimo dello sforzo e ottenendo il massimo del risultato. Il tutto, impiegando molti materiali che già si posseggono in casa, in un’ottica di pieno riciclo creativo.

Zucche

La zucca, la cosiddetta Jack-o’-lantern, è il simbolo per antonomasia della festa di Halloween. La fase d’intaglio, nonché di preparazione interna e di posizionamento di lumini, può essere anche particolarmente lunga, nonché richiedere diversi giorni di lavoro. In un’ottica di riciclo creativo last minute, di conseguenza, è necessario trovare delle alternative altrettanto allettanti. Una proposta semplice potrebbe essere quella di avvolgere una zucca con nastri e fiocchi, di colore nero o arancione, oppure inserirla all’interno di una vecchia calza a rete, per ricreare una simpatica ragnatela. Non ultimo, qualora si volesse comunque mantenere il classico aspetto con occhi e bocca, non servirà armarsi di coltello: è sufficiente armarsi di pennelli, o pennarelli indelebili, e trasformarsi in perfetti pittori. Oltre alle zucche, si possono sfruttare anche arance e mandarini.

=> Scopri come riciclare la zucca di Halloween


Un’idea originale, soprattutto per gli adulti, potrebbe essere quella di tagliare a metà una zucca, svuotarne la polpa e riempire il tutto con dei cubetti di ghiaccio: si realizzerà, così, un comodo e naturale secchiello per le bibite, quali bottiglie di vino o di birra, completamente compostabile al termine delle festa.

Decorazioni casalinghe

Il 31 ottobre è ormai alle porte e, tra i vari impegni quotidiani, molti probabilmente non avranno troppo tempo da dedicare alle decorazioni domestiche. Eppure, con poco impegno, sarà possibile riciclare molti strumenti della casa, per una festa comunque avvincente.

Il primo passo per trasformare la propria abitazione in ambiente a prova di fantasmi e streghe, è quello di giocare con le luci. Ridurre l’illuminazione domestica, con delle zone d’ombra mirate, contribuirà largamente a creare l’atmosfera. Per farlo, niente di più semplice che la creazione di veloci lumini: è sufficiente riempire dei vecchi vasetti di vetro, come quelli della marmellata, con un centimetro di sabbia o ghiaia, dopodiché posizionare un lumino scaldavivande al centro. Naturalmente, una volta accesa, l’improvvisata lampada dovrà essere esposta in luoghi sicuri: si evitino parti della casa dove la lampada possa cadere, essere raggiunta dagli animali domestici o venire a contatto con tessuti e altri materiali infiammabili.

=> Scopri come riciclare plastica e cartone per Halloween


Altro modo veloce per decorare gli ambienti, è quello di ricorrere alla carta crespa e alla carta velina. Molto malleabili, e facili sia da tagliare che da posizionare, permetteranno di ricreare facilmente fantasmi, tombe, ragnetti e ragnatele. In alternativa, si possono ritagliare dal cartone delle forme a tema, dai gatti alle streghe, e dipingergli completamente di nero per ottenere delle sagome da appendere alla parete oppure alle finestre.

E perché non approfittarne per un lavoretto veloce, anche in compagnia dei bambini, che possa portare al riciclo delle bottiglie di plastica? È sufficiente tagliare una bottiglia qualche centimetro sotto al collo e ricoprire la parte tagliata con uno scampolo di stoffa bianco. Legando dello spago o del filo di rafia attorno al collo stesso, fissando così il tessuto e ottenendo una cordicella, si otterrà un improvvisato fantasma da appendere a piacere all’interno dell’appartamento.

Costumi

Halloween è la festa dei travestimenti paurosi, un’usanza che coinvolge soprattutto i più piccoli. Per chi non avesse la possibilità di acquistare un nuovo costume, così come il tempo di realizzarne uno particolarmente originale con il taglio e il cucito, basta lasciarsi ispirare dalla creatività. Molti, infatti, di certo conserveranno in casa i più svariati vecchi abiti che, opportunamente abbinati, potranno portare a ottimi risultati.

Con un vecchio scialle, ad esempio, si potrà realizzare un veloce copricapo per la perfetta strega, da abbinare a un vecchio maglione infeltrito, a una gonna lunga e scura e, infine, alla classica scopa di saggina. Basta invece una camicia di flanella, magari abbinata a delle bretelle e a dei pantaloni di velluto con il risvolto, per ricreare la figura del fabbro Jack, il personaggio da cui nasce l’usanza della zucca di Halloween. Con un vecchio lenzuolo ci si potrà trasformare in un pauroso fantasma, mentre con un abito da sera ormai fuori moda, e qualche sapiente gioco con il trucco, nel più ammaliante degli zombie. Basta lasciare fluire, in definitiva, la fantasia.

29 ottobre 2016
Lascia un commento