La tradizione di Halloween richiede che appaia alle finestre la figura di Jack O’Lantern, volto misterioso e spaventoso della notte dei fantasmi. La sagoma del terrore intagliata in una grande zucca prende vita grazie alla leggenda dell’irlandese Jack, fabbro astuto e dedito agli alcolici che un giorno incontrò il diavolo in persona.

Quasi ubriaco rischiò di perdere la sua anima, ma in ultima battuta e con astuzia convinse il diavolo a trasformarsi in una moneta promettendogli la sua anima in cambio di un’ultima bevuta al pub. Il fabbro ripose però la moneta nel borsello accanto a una croce d’argento, unica arma per impedire al diavolo di ritrovare le sue sembianze. Il diavolo promise di lasciare in pace Jack per 10 anni se lo avesse liberato dalla croce.

Per 10 anni Jack visse la sua vita tranquillamente, ma allo scadere della promessa il diavolo si ripresentò e il fabbro gli chiese di cogliere una mela prima di rubargli l’anima. Il diavolo acconsentì e, mentre era sul ramo più alto, Jack incise una croce sul tronco. Dopo una lunga discussione i due giunsero a un compromesso: Jack avrebbe avuto la dannazione eterna risparmiata e il diavolo avrebbe riguadagnato la libertà.

Questo consentì a Jack di condurre una vita dissoluta e ricca di peccati, ma una volta morto venne cacciato dal Paradiso e spedito all’Inferno. Il vecchio patto però gli impedì l’accesso e quindi venne allontanato e costretto a vagare come anima errante. L’uomo osservò quanto facesse freddo e fosse buio, quindi il diavolo gli lanciò un tizzone ardente perenne che Jack dispose all’interno della rapa che portava sottobraccio.

Da allora la leggenda vuole che Jack, durante la notte di Halloween, giri per la terra alla ricerca del posto dove riposare. Appendere una zucca luminosa sulla mensola della finestra scaccia l’anima errante verso altre mete. L’utilizzo della zucca come lanterna subentrò alla rapa solo successivamente, in concomitanza con l’emigrazione irlandese verso le terre americane.

La tradizione della zucca intagliata viene rinnovata ogni anno durante il periodo di Halloween, e nel tempo ha riportando in vita leggende simili nella nostra terra sdoganando la presenza della zucca luminosa alle finestre del nostro paese. Per realizzarla bastano pochi attrezzi e un po’ di pazienza, ma il risultato è sorprendentemente magico e affascinante.

Realizzare la zucca di Halloween

Lavate accuratamente una zucca di media grandezza, con un pennarello nero tracciate la parte della calotta che disegnerete a zig-zag. Incidetela con un coltello affilato sollevandola dal resto della zucca e conservatela per realizzare la copertura. Con calma e pazienza, e un cucchiaio, eliminate la polpa interna che separerete dai semi per preparare una deliziosa zuppa. Quindi scavate con cura lasciando uno spessore interno di circa 3 cm.

Lavate l’interno con acqua e lasciate asciugare, quindi disegnate sulla parte frontale della zucca il volto di Jack O’Lantern. Ispirandovi alla tradizione americana, e alle immagini prese da internet, disegnate due grandi triangoli per gli occhi e uno piccolo per il naso. Per la bocca un ghigno crudele magari tracciando una doppia linea a zig-zag, o al contrario una doppia linea intervallata da uno o due denti. Incidete le parti con un coltellino più piccolo, eliminando l’eccedenza e livellando i profili ottenuti.

Inserite un lumino dentro la zucca e coprite con la calotta che avrete conservato. Potrete realizzare in questo modo tante lanterne di formato diverso e con espressioni di sorpresa o di terrore, quindi disporle in fila per creare l’atmosfera di Halloween. Non lasciate mai incustodito il fuoco delle candeline e non affiancate alle zucche oggetti facilmente infiammabili.

30 ottobre 2013
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
LightSpirit, giovedì 31 ottobre 2013 alle11:44 ha scritto: rispondi »

Che forte, non sapevo neanche bene la storia di Jeck. Un bel articolo :)

Lascia un commento