Ci saranno tante novità automobilistiche pronte al debutto all’H2Roma 2011, la decima edizione dell’evento dedicato ai temi della mobilità sostenibile in programma da domani nella Capitale. Sono infatti ben quindici i modelli che saranno mostrati in anteprima, più o meno equamente suddivisi tra auto elettriche e ibride, con qualche spunto riservato a sistemi di alimentazione a gas naturale come il metano.

Tra i debutti più attesi c’è quello della Volkswagen Golf Blue-e-motion, la versione elettrica della “best seller” tedesca che arriverà nelle strade nella sua versione definitiva nel 2013. Accanto alla Golf elettrica, che sarà messa a disposizione per alcuni test drive, la casa di Wolfsburg porterà inoltre l’interessante eco-Up! a metano che sfrutta un tre cilindri da 68 cavalli capace di portare il livello di emissioni di CO2 a 79 g/km.

In casa Fiat c’è attesa per vedere la nuova Panda equipaggiata con il bicilindrico di 900 cc TwinAir, un’unità compatta ed efficiente che, nonostante il funzionamento a benzina, promette di abbattere i consumi e le emissioni fino al 30% rispetto a un motore di pari potenza. Sempre per il marchio italiano ci saranno poi la Punto e la Doblò.

Il gruppo PSA punta sull’ibrido diesel e porterà a Roma la Peugeot 3008 Hybrid4 e la Citroen DS5 Hybrid Diesel, analogamente a quanto da fatto Volvo, che sbarcherà nella Capitale con la sua V60 plugin Hybrid diesel attesa sul mercato entro la primavera del 2012.

Altro pezzo forte dell’H2Roma 2011 sarà la Opel Ampera, l’elettrica ad autonomia estesa di General Motors di cui molto si è parlato nei mesi scorsi, mentre si ritaglieranno il loro spazio le varie Ford Transit Connect Elettrico, Ford Fusion e Ford Escape ibride, Mercedes Classe B F-Cell, l’unica proposta con celle a combustibile alimentate a idrogeno insieme alla Classe A E-Cell, la terza generazione della Smart electrive drive, le Renault Fluence Z.E. e Kangoo Z.E., la Infiniti M35h e la Toyota Prius Hybrid Plug-in a cui si affiancheranno la Auris HSD e la Lexus CT200H.

8 novembre 2011
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento