Guida al Clima del WWF per allineare investimenti ad Accordi di Parigi

Orientare gli investimenti per ridurre il rischio finanziario legato ai cambiamenti climatici. Questo l’obiettivo della Guida al Clima presentata dal WWF, che si propone di indicare agli investitori UE (fondi pensione, compagnie assicurative e fondi sovrani) come allineare i propri investimenti con quelli che sono gli Accordi di Parigi.

Si tratta a tutti gli effetti di una “Guida climatica per investitori”, che se da un lato punta a consentire agli investitori di poter scegliere investimenti più “sicuri”, dall’altro ha come obiettivo limitare il riversamento di ingenti somme su progetti e settori che giocano un ruolo negativo nella lotta ai cambiamenti climatici.

=> Clima, leggi i dati di novembre sulle emissioni di CO2 dell’UE

La pubblicazione della guida arriva a circa una settima del summit parigino “One Planet”, voluto dal presidente francese Macron, che si svolgerà il 12 dicembre 2017 in contemporanea con il Climate Finance Day. Come ha sottolineato la responsabile Clima ed Energia del WWF Italia Mariagrazia Midulla:

Investire nell’azione per limitare il riscaldamento globale vuol dire investire nel futuro dell’economia e della società che dal Pianeta dipendono. Aiutare la transizione oggi rende molto più che guardare al passato, riduce i rischi finanziari e massimizza i rendimenti.

=> Scopri il livello record di CO2 in atmosfera raggiunto a novembre

Se però in molti tra i maggiori proprietari di risorse europei (principalmente fondi pensione) in Paesi Bassi, Danimarca, Svezia, Norvegia e Finlandia hanno già iniziato ad allineare i propri investimenti a quanto contenuto negli Accordi di Parigi, sottolinea il WWF in una nota, troppi sono ancora i capitali dirottati sul carbone e scarsi quelli sulle fonti rinnovabili.

Proprio in riferimento a questo aspetto il WWF pubblicherà nelle prossime settimane due guide complementari specifiche per settore per gli investitori, relative a due aspetti cruciali nella lotta ai cambiamenti nel clima mondiale: la prima verterà sull’estrazione del carbone, la seconda sul passaggio dal carbone alle energie rinnovabili.

6 dicembre 2017
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento