Greenpeace, striscione sul Colosseo per dire no al nucleare

La campagna referendaria si avvia a concludersi e lo fa con un nuovo intervento di Greenpeace. Teatro dell’iniziativa a sostegno del quesito sul nucleare il Colosseo, dove questa mattina all’alba un gruppo di attivisti ha calato un maxi striscione che invita i cittadini a recarsi alle urne. Il messaggio non poteva essere più chiaro: “Italia ferma il Nucleare, vota sì”. L’iniziativa segue a distanza di poche settimane quella analoga messa in atto, anch’essa a Roma, durante la finale di Coppa Italia.

Il “blitz” ha avuto luogo all’alba, quando alcuni esponenti dell’associazione ambientalista hanno scalato il famoso monumento fino al secondo ordine di archi. In questo occasione a sostegno di Greenpeace si sono mossi anche i ragazzi di Ipazzisietevoi, il gruppo che per protesta contro il ritorno all’energia atomica si era chiuso dentro un rifugio per 28 giorni. Questi ultimi hanno esposto un secondo striscione riportante: “I pazzi siete voi. Il nucleare non è il nostro futuro”.

Questa volta Greenpeace ricorre a gesti eclatanti non per protestare, ma per chiamare al voto tutti gli italiani perché adesso come mai siamo a un soffio dal successo: fermare il nucleare in Italia e aprire una nuova era di energie pulite e rinnovabili.

Queste le parole di Salvatore Barbera, responsabile della campagna contro l’energia nucleare di Greenpeace, che ha poi aggiunto:

Siamo qui al Colosseo, simbolo dell’Italia nel mondo, per chiudere una campagna che ha visto, come non succedeva da anni, una grandissima mobilitazione civile per difendere il diritto democratico di votare ed evitare al nostro Paese i rischi del ritorno al nucleare.

10 giugno 2011
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento