Green Touch, questo il nome del consorzio promosso da Alcatel-Lucent, ha come ambizioso obiettivo quello di portare il mondo industriale legato alle telecomunicazioni verso una svolta ecosostenibile.

Tutte le aziende che hanno già deciso di aderire all’iniziativa e quelle che lo faranno nel prossimo periodo, tra le quali si possono annoverare operatori telefonici e produttori di componenti hardware, si dovranno dunque impegnare a ridurre notevolmente l’impatto ambientale derivante dai processi produttivi e dall’utilizzo dei network.

Nel corso della presentazione ufficiale, avvenuta nei giorni scorsi, è stato messo in luce come Green Touch possa diventare in breve tempo un punto di riferimento per tutti i protagonisti del settore TLC, in grado non solo di fornire partnership e strumenti necessari all’adozione di tecnologie eco-friendly, ma anche di rappresentare un esempio per iniziative simili che sembrano destinate a moltiplicarsi in futuro.

Oltre ovviamente alla stessa Alcatel-Lucent, le aziende che hanno già aderito al consorzio sono diverse e tutte di primo ordine. Tra queste Samsung, Freescale, gli operatori China Mobile, Portugal Telecom, Swisscom e Telefonica e infine il prestigioso Massachusetts Institute of Technology.

13 gennaio 2010
Lascia un commento