Tolti i sigilli da Green Hill, l’allevamento di Beagle per scopo di ricerca in quel di Montichiari, in provincia di Brescia. Il tribunale del riesame ha imposto il dissequestro della struttura, ma gli oltre 2.500 cani salvati rimarranno in custodia alle famiglie d’affido.

I giudici del riesame hanno deciso che la struttura – il canile “lager” così come è stato definito dalle associazioni animaliste – non debba essere posta sotto sequestro preventivo, in attesa dell’eventuale processo che vaglierà le possibili responsabilità di Green Hill in fatto di maltrattamento animale. Le motivazioni non sono ancora note, ma rimane un importante segnale sui Beagle dati in affido.

2.600 cani, tra cuccioli e mamme levatrici, dalla scorsa estate hanno trovato casa presso tantissime famiglie della penisola. Gli esemplari, a differenza dell’azienda, continuano a essere sotto sequestro e crescono le speranze che l’affido temporaneo si trasformi presto in un’adozione definitiva. Nel frattempo, pare che la rimozione dei sigilli non avrà nessun effetto su indagini e processo, così come spiega la LAV in una nota per la stampa:

«Leggeremo le motivazioni che hanno portato all’annullamento del sequestro preventivo per comprendere le ragioni di merito. Rimane il sequestro probatorio degli oltre 2.639 Beagle salvati da Green Hill e quindi gli animali rimangono nelle famiglie che li hanno accolti, garantendogli una vita serena. Per quanto riguarda la struttura, pur tornando nelle disponibilità dell’azienda, riteniamo che comunque l’inchiesta in corso e gli elementi emersi rendano difficile la prosecuzione dell’attività di allevamento. La decisione del Tribunale del riesame non compromette affatto l’iter delle indagini né l’auspicato eventuale processo a Green Hill».

In definitiva, sebbene Green Hill sia tornata nelle mani dei suoi proprietari, non vi sarà modo di rinchiudere nuovamente i Beagle e pare che nemmeno in futuro si potrà tornare in attività. Non resta che attendere di conoscere le motivazioni del riesame.

26 ottobre 2012
Lascia un commento