Momenti di tensione ai margini del Convegno Nazionale sulla Green Economy presso La Sapienza a Roma. Circa 300 studenti hanno superato le transenne poste davanti alla sede dell’ateneo romano dove alcuni membri del Governo Letta e altri esponenti del settore sono riuniti per discutere di economia verde.

La protesta degli studenti è sfociata in uno scontro con le forze di Polizia presenti, sembra con il lancio di alcuni fumogeni e petardi. All’interno presenti alla tavola rotonda sulla Green Economy il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando, quello della Sanità Lorenzin, il responsabile per l’Economia Saccomanni e quello per il lavoro Giovannini.

Gli studenti hanno protestato davanti all’ateneo contro un comportamento, secondo loro, intriso di ipocrisia e false volontà di intervento. Inutile parlare di economia verde, hanno spiegato i manifestanti, mentre al contempo gli stessi ministri sono d’accordo per il via libera a progetti come la TAV e altre strutture potenzialmente dannose per l’ecosistema:

Questa è l’ennesima passerella odiosa. Un incontro vergognoso, mentre la ricerca è asservita agli interessi dei privati.

Gli agenti in tenuta antisommossa hanno presidiato la zona, intervenendo per calmare gli animi quando gli studenti hanno superato il cordone di transenne. Un intervento che si sarebbe però spinto ben oltre la norma secondo i manifestanti, che hanno in seguito proseguito pacificamente a protestare davanti al Rettorato.

La situazione sembra al momento tornata alla normalità, mentre proseguono i lavori all’interno de La Sapienza. Assenti Giorgio Napolitano ed Ernico Letta, che hanno però rispettivamente inviato un messaggio e assicurato la propria partecipazione in collegamento video.

12 dicembre 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento