La filiera delle energie rinnovabili impiega in tutto il mondo 7,7 milioni di persone. A rivelarlo sono i dati di un recente report dell’IRENA, l’Agenzia Internazionale per le Energie Rinnovabili.

Gli analisti hanno registrato un aumento del tasso di occupazione nel settore delle rinnovabili del 18% rispetto allo scorso anno, quando si contavano 6,5 milioni di lavoratori. Dal 2010 a oggi i posti di lavoro nella green energy sono raddoppiati.

Oggi 5 dei 10 Paesi con i tassi di occupazione più alti del settore si trovano in Asia: Cina, India, Indonesia, Giappone e Bangladesh. Nel 2014, a causa della riduzione degli incentivi, l’Europa ha invece perso 165 mila posti di lavoro nelle rinnovabili. Nei Paesi dell’Unione Europea e negli Stati Uniti si concentra ora appena il 25% dei posti di lavoro nelle rinnovabili, con un calo del 6% rispetto al 2012.

Il primato mondiale spetta alla Cina con 3,4 milioni di posti di lavoro. In Europa il tasso d’occupazione più alto nelle rinnovabili è quello della Germania che conta 371.400 posti di lavoro nelle energie pulite.

A livello globale a impiegare il maggior numero di persone è l’industria del solare fotovoltaico che conta 2,5 milioni di posti di lavoro. Seguono i biocarburanti a quota 1,8 milioni e l’eolico che quest’anno ha superato per la prima volta un milione di addetti.

Secondo Adnan Z. Amin, direttore generale dell’IRENA, il mercato delle rinnovabili è tra i settori che creano più occupazione nel mondo. Anno dopo anno, i posti di lavoro nelle energie pulite aumentano, grazie al calo dei costi delle tecnologie rinnovabili che incrementa la richiesta di personale qualificato, addetto all’installazione, alla gestione e alla manutenzione degli impianti.

L’IRENA per i prossimi anni si aspetta un ulteriore incremento di occupazione nelle rinnovabili dovuto all’espansione dei mercati asiatici. Come spiega Amin:

Investire nelle energie rinnovabili e nei loro benefici ambientali, economici e sociali, permetterà all’occupazione di continuare a crescere. Se la fetta di energia rinnovabile prodotta nel mondo dovesse raddoppiare, entro il 2030 si creerebbero oltre 16 milioni di posti di lavoro.

28 maggio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento