È stato presentato nei giorni scorsi a Monaco di Baviera, alla European Conference on the Future Internet, INCENSe (INternet Cleantech ENablers Spark), il consorzio cofinanziato dal Settimo Programma Quadro dell’UE, che fa da incubatore di impresa per le PMI e le Start Up impegnate nella green economy.

Le realtà aziendali interessate sono quelle impegnate nei settori efficienza energetica e domotica, energie rinnovabili, smart grid, sistemi di accumulo, soluzioni avanzate di diagnostica e automazione, e-mobility, sicurezza informatica, digitalizzazione dell’energia attraverso le TIC (Tecnologie dell’Informazione e della Comunicazione) e ogni altro utilizzo della tecnologia informatica e di internet, che possa contribuire alla sostenibilità, al miglioramento del settore energetico o a nuovi servizi nell’ottica delle smart city.

Verranno messi a disposizione 6 milioni di euro, attraverso due bandi, per un massimo di 42 PMI o Start Up europee. Il primo bando avrà luogo da ottobre 2014 a gennaio 2015, il secondo, da giugno a settembre 2015.

Un panel di esperti esterni valuteranno le candidature, basandosi sul potenziale di business dei progetti, sulla qualità del team di gestione, sul tipo di sviluppo di tecnologie pulite, sull’utilizzo di tecnologie della piattaforma FIWARE (Future Internet Ware), piattaforma open, che rende disponibili un set di API (Application Programming Interface) dalle grandi potenzialità.

Il consorzio è coordinato da Enel e ne fanno parte Endesa, controllata Spagnola di Enel, Accelerace, la più grande iniziativa di accelerazione per Start Up in Danimarca e Fundingbox, la prima e la più grande piattaforma di finanziamento per aziende, sia pubblico che privato.

Con il primo bando saranno 14 le aziende che potranno aggiudicarsi un contributo da 150 mila euro, che non potrà essere rimborsato e che non ha vincoli di partecipazione al capitale sociale. Le vincitrici inoltre potranno godere di 6 mesi di sostegno da parte degli sponsor, con la possibilità di accesso a progetti come Smart City Malaga, in Spagna, o come la Next Step City Living Lab danese e anche in Italia.

Potranno inoltre partecipare agli eventi di intermediazione, dove i progetti vengono presentati ai “business angels” e avere diritto a una corsia preferenziale nella prossima selezione di Enel Lab, l’incubatore di impresa di Enel e al Next Step Challenge, di Accelerace, che si svolgerà a dicembre 2014.

13 ottobre 2014
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento