Al mare anche in gravidanza. Le future mamme possono godersi il mare e la spiaggia al pari delle altre donne secondo Nicola Surico, presidente della SIGO (Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia). L’importante è attenersi in maniera scrupolosa ad alcune indicazioni e avvertenze.

Secondo il decalogo SIGO particolare attenzione deve essere prestata per l’alimentazione, l’igiene e gli eventuali sbalzi di pressione. Opportuno per le donne in gravidanza non sedersi mai sulla battigia, sulla spiaggia o sul lettino senza avervi posto in precedenza un telo da mare, che deve essere personale.

Ecco le 10 regole SIGO per le future mamme, indicate per trascorrere una giornata al mare senza rischi:

  1. Evitare l’esposizione al sole nelle ore più calde della giornat, comprese tra le 11 e le 16;
  2. Spalmare sul viso una crema del giusto livello di protezione, per evitare la formazione di macchie sulla pelle, destinate poi a rimanere;
  3. Idratare il proprio organismo bevendo circa 2 litri d’acqua ogni giorno;
  4. Evitare le bevande alcoliche, anche il semplice aperitivo;
  5. A tavola non consumare pesce o frutti di mare crudi per non correre il rischio di epatiti;
  6. Il nuoto può essere un buon modo per mantenere attiva la circolazione sanguigna degli arti inferiori;
  7. Non sovraccarica lo stomaco con pasti molto pesanti o difficili da digerire. Preferire un’alimentazione leggera divisa in molteplici momenti della giornata. Opportuno consumare soprattutto frutta e verdura, evitando però quei frutti troppo zuccherini come ananas e fichi;
  8. Considerate il mal di testa come un campanello d’allarme e allontanarsi quanto prima dalla spiaggia, potrebbe trattarsi di un effetto dell’eccessiva esposizione solare;
  9. Attenzione anche a possibili cali di pressione, provocabili anche come conseguenza dell’esposizione solare;
  10. Stendere sempre un asciugamano personale sulla sabbia o sulla lettino/sdraio prima di poggiarsi, onde evitare infezioni.

5 luglio 2013
Fonte:
Lascia un commento