La dieta seguita durante la gravidanza influenza le abitudini alcoliche e del fumo dei figli. A sostenerlo i ricercatori della Rockefeller University, secondo i quali l’assunzione ripetuta di cibo spazzatura in gestazione favorirebbe nella progenie il desiderio di fumare e consumare bevande contenenti alcol.

Lo studio sugli effetti che un consumo di cibo spazzatura da parte della donna in gravidanza avrebbe sui propri figli è stato condotto a New York su due gruppi di topi, uno alimentato con cibo sano e l’altro con una dieta ricca di grassi. Nelle gabbie sono state poi inserite delle leve che rilasciavano sostanze alcoliche o nicotina.

Non soltanto i topolini nati da madri che avevano seguito una dieta ricca di grassi premevano più a lungo la leva della nicotina rispetto agli altri coetanei, ma tendevano nella maggior parte dei casi a scegliere di premere anche la leva della sostanza alcolica.

Secondo le conclusioni degli esperti potrebbe essere proprio il quantitativo di grassi assunto durante il periodo trascorso nel ventre materno a influenzare le cellule cerebrali, orientando il nascituro verso una maggiore predisposizione in età adulta al consumo di bevande alcoliche e prodotti a base di tabacco come le sigarette.

9 luglio 2015
Fonte:
Lascia un commento