Grassi saturi dai formaggi, nessun danno al cuore secondo studio USA

I grassi saturi contenuti nei formaggi e nello yogurt non danneggiano il cuore. A sostenerlo un nuovo studio, condotto dai ricercatori statunitensi della University of Texas su circa 3000 adulti di età superiore ai 65 anni. I partecipanti alla ricerca sono stati seguiti per 22 anni, con misurazione dei livelli di grassi nel 1992 e poi dopo 6 e 13 anni.

Secondo gli esperti statunitensi i grassi saturi di formaggio, yogurt e burro non danneggerebbero l’apparato cardiocircolatorio, ma anzi contribuirebbero a ridurre del 42% il rischio di mortalità per ictus. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla rivista scientifica Journal of Clinical Nutrition. Come ha spiegato la dott.ssa Marcia Otto, della University of Texas di Houston:

I nostri risultati non solo supportano, ma anche rafforzano in maniera significativa il crescente corpo di studi che suggerisce che i grassi dei formaggi, contrariamente a quanto è credenza popolare, non incrementano il rischio di patologie cardiache o di mortalità negli anziani.

In aggiunta al non contribuire alla mortalità, i risultati suggeriscono che uno degli acidi grassi presenti nei formaggi può ridurre il rischio di morte per malattie cardiovascolari, in particolare per ictus.

=> Leggi di più sul rapporto tra salute e grassi nell’insalata

I formaggi sono essenziali nell’arco di tutta la vita, secondo la dott.ssa Otto, in modo particolare in età avanzata, quando patologie come l’osteoporosi sono più frequenti. Come ha concluso la ricercatrice:

I nostri risultati evidenziano il bisogno di rivisitare le attuali linee guida sull’alimentazione riguardo i formaggi, i quali sono ricchi di nutrienti come calcio e potassio.

17 luglio 2018
Lascia un commento