Individuato in una zona deserta di Tucson, in Arizona, il mix Pastore tedesco Sunny è stato tratto fortunatamente in salvo, mentre penzolava appeso a un albero. L’animale era stato attaccato per il muso e abbandonato nella speranza che morisse velocemente per il caldo, la mancanza d’acqua e di cibo. Ma l’incontro fortuito con un passante è stato decisivo e il quadrupede è stato condotto al sicuro e accolto dall’associazione Pima Animal Care Center. Il cane, individuato intorno al 12 maggio, ha trovato cure e sostegno nell’associazione, che ha lanciato una raccolta fondi per coprire le spese di circa 2.500 dollari.

Ma la storia del cane ha colpito profondamente l’opinione pubblica americana e europea, tanto da superare abbondantemente la cifra necessaria per le spese mediche, raggiungendo rapidamente i 20.000 dollari. José Ocaño, a capo dell’associazione, ha chiamato il cane Sunny per il suo atteggiamento positivo e sereno nonostante la brutta avventura. Oggi l’esemplare sta lentamente avviandosi verso la guarigione e può godere dell’accoglienza di una volontaria, che si sta occupando del suo benessere fisico ed emotivo. Sunny sembra possedere un carattere pacifico e fiducioso, la luce nei suoi occhi non si è spenta nonostante l’abbandono.

Ora che è in stallo, condivide le sue giornate con i gattini di casa, adora sonnecchiare al sole ed è educato e pulito. Dal momento della condivisione della sua storia sulla pagina Facebook dell’associazione, Sunny ha ricevuto molta attenzione e affetto, la cifra in eccesso recuperata verrà utilizzata per il benessere degli altri circa 650 cani e 300 gatti ospiti della struttura. L’animale, sprovvisto del chip di riconoscimento, è stato trovato in condizioni di malnutrizione e poca cura. Le indagini sono stati avviate nella speranza di individuare un eventuale proprietario, in caso di smarrimento, oppure i responsabili del gesto crudele. Per ora il quadrupede si gode la pace e la salute ritrovata, cercando di abbandonare per sempre il ricordo della brutalità subita.

26 maggio 2015
Fonte:
I vostri commenti
Anita, mercoledì 27 maggio 2015 alle10:19 ha scritto: rispondi »

Povera bestiolina! Come si fa' a trattare 1 animale, che poi non si capisce, in quella maniera? Non ci sono parole x definirli...

Lascia un commento