Grazie all’imperscrutabile occhio del trekker, speciale fotocamera dotata di 15 lenti, di Google Street View, ora è possibile ammirare in modo virtuale anche le bellezze dell’Argentina. Sono 13 i parchi e 7 le province che sono state visitate e fotografate e che ora possono essere ammirate da tutti, da pc, tablet o smartphone.

Si tratta di Los Glaciares, Iguazú, Mburucuya, Predelta, El Palmar, Patagonia, Perito Moreno, la foresta pietrificata di Jaramillo, Los Alerces, Lago Puelo, Los Arrayanes, Lanin e Nahuel Huapi. Patrimoni naturali di incredibile bellezza che oltre ad essere scoperti a distanza danno, come ha spiegato Emiliano Ezcurra, vice presidente della National Parks Administration, sotto il Ministero dell’Ambiente e dello Sviluppo sostenibile argentino:

La possibilità di vedere la bellezza dei nostri paesaggi e influenzano le decisioni quando si pianifica un viaggio.

Grazie poi ad una app disponibile per Android e per iOS è possibile vedere questi paesaggi in maniera tridimensionale, come se si fosse al loro interno. Maite Iturria, Street View Manager per le Americhe, spiega come ciò avviene:

Queste 15 immagini sono, in un primo momento, come delle piastrelle separate. Poi vengono ricostruite elaborando algoritmi per formare l’immagine a 360 gradi che chiamiamo “panorama”.

Con la “Time Machine” è poi possibile anche vedere lo stesso punto, fotografato in momenti diversi per coglierne le differenze. Per mappare tutte queste aree si è viaggiato da giugno 2015 a marzo 2016, 10 mesi di lavoro durante i quali sono stati percorsi 350 chilometri, all’interno di 7 province (Misiones, Corrientes, Entre Ríos, Neuquén, Black River, Chubut e Santa Cruz). Alla fine dalle moltissime foto sono stati ricostruiti 150 mila panorami.

11 maggio 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento