Una piccola donazione di 2.000 euro in favore di 25 imprese sociali e imprese con finalità sociale attive in Italia. È il nocciolo di Good Ideas, iniziativa promossa dall’azienda americana Ben & Jerry’s in occasione del lancio dei propri gelati sul mercato italiano, avvenuto qualche mese fa.

Il marchio è già noto oltreoceano per la sua sensibilità alle questioni ambientali e sociali: confezioni riciclabili, tazze realizzate in amido di mais, programmi di educazione ambientale e impiego di materie prime provenienti dal circuito equo e solidale. Per questo l’azienda ha deciso di associare anche il proprio debutto in Italia a un’iniziativa che avesse una valenza sociale.

In che modo? Premiando, con un budget complessivo di 50.000 euro, 25 organizzazioni e imprese che, “con il loro lavoro, producono e scambiano beni e servizi di utilità sociale e di interesse generale”. Associazioni, cooperative sociali, fondazioni, ONG e onlus, ma anche imprese “profit” che operano nei settori dell’assistenza sociale, dell’educazione, della ricerca, del commercio equo e solidale, della tutela ambientale e dei beni culturali, dei diritti e della pace, del turismo sociale, e così via.

La scelta delle “good ideas” da premiare è stata affidata agli utenti della rete, che hanno potuto votare su Facebook le loro imprese preferite. La scelta finale è stata compiuta da un’apposita commissione, che ha premiato 25 organizzazioni con altrettante donazioni da 2.000 euro.

L’elenco delle imprese selezionate è disponibile sul sito di Ben & Jerry’s Italia, e vede ai primi posti l’associazione Gianmarco De Maria di Cosenza, ARTECA Onlus di Enna, associazione per la cooperazione e lo sviluppo educativo, e Cure Thalassemia di Roma. Queste organizzazioni da podio sono in buna compagnia: onlus e associazioni di tutta Italia che potranno beneficiare di una piccola somma per portare avanti le proprie attività e promuovere nuove “buone idee“.

15 febbraio 2012
Fonte:
Lascia un commento