È un fenomeno da molto tempo conosciuto, tanto che torna ciclicamente sui social network, lasciando di stucco migliaia di ignari navigatori. È quanto accade nel Golfo dell’Alaska, e in alcune altre zone del globo, dove l’acqua degli oceani sembra incontrarsi e sfiorarsi, senza però mai mescolarsi. Da dove deriva questo fenomeno?

I video, così come già accennato, circolano ormai da tempo sulle piattaforme social e sono da sempre molto virali. Nelle immagini, solitamente si nota un’imbarcazione che, solcando le acque dell’oceano, si imbatte in un’insolita barriera: una porzione del mare, di colore blu intenso, si scontra con un’altra dall’azzurro pallido, senza mai mescolarsi. In molti hanno ritenuto il fenomeno possa essere dovuto all’incontro di due diversi oceani, in realtà così non avviene. Ci si trova infatti sempre nel Pacifico, al largo delle coste affacciate sul Golfo dell’Alaska, dove non è inusuale vedere un simile spettacolo della natura.

Così come spiega Quora, si tratta dell’incontro di due correnti diverse d’acqua. La prima settentrionale e derivata dalla scioglimento dei ghiacciai, molto fredda e densa. La seconda, invece, giunge dal meridione, ed è più calda nonché notevolmente più salata. Le due diverse correnti vanno a formare quella che è definita come “stratificazione orizzontale”, ovvero lo scorrimento di due correnti diverse, ma contigue.

Il fatto che l’acqua non si mescoli, inoltre, è un puro effetto ottico dovuto alla grande profondità di queste correnti. In realtà, l’acqua non è statica, quindi le due correnti tendono a mescolarsi facilmente lungo i bordi.

12 settembre 2016
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento