La strage alla maratona di Boston, con tre vittime e numerosi feriti, è ancora sotto gli occhi di tutti. I presunti colpevoli sembrano essere stati identificati e bloccati, ma c’è qualcuno che vive ancora nel dolore: le vittime. A far loro compagnia, un gruppo di calorosissimi ed educati Golden Retriever.

>>Scopri i 10 migliori cani per bambini

La pet-therapy per diminuire il dolore dell’attentato: è questo il proposito di un progetto iniziato a Chicago qualche anno fa da alcune associazioni legate alla Chiesa Luterana, sfociate nel gruppo K-9 Comfort Dog. Meno di una decina di cani utilizzati per alleviare il trauma, soprattutto dei bambini, già sperimentato con successo durante la recentissima e sconvolgente sparatoria nella scuola di Newton. Tim Hetzner, presidente del progetto, ha così spiegato:

Le persone parlano con i cani. È una possibilità per portare un po’ di sollievo a chi è ancora sconvolto dalle bombe.

L’iniziativa vede in prima linea Addie e Maggie, due Golden Retriever che hanno dimostrato una straordinaria capacità di cura durante la strage di Newton. A loro si sono aggiunti Luther, Ruthie e Isiah, volati in quel di Boston per portare conforto, qualche attimo di morbida consolazione e, perché no, anche un po’ di divertimento per i bambini. Il reverendo Ingo Dutzmann, uno dei responsabili del progetto, ha così dichiarato:

Gli animali hanno la straordinaria capacità di discernere tra tristezza e angoscia. Piuttosto che sfuggire da queste emozioni, ne sono attratti.

>>Scopri la pet-therapy per bambini all’ospedale

I Golden Retriever sono da decenni noti per le loro straordinarie capacità d’accudimento, tanto che sono una delle razze canine di preferenza per la compagnia con i bambini. È praticamente assodato, perciò, che in questo tipo di situazioni estreme siano in grado di riportare pace e calma a tante persone confuse dalla loro quotidianità scombussolata dai folli attentatori.

22 aprile 2013
Lascia un commento