Golden Milk: benefici e controindicazioni

Bevanda energetica e salutare molto utilizzata nella medicina ayurvedica, il Golden Milk è noto per il suo potenziale nutriente e benefico, che rappresenta un vero toccasana da diversi punti di vista. Protagonista del latte d’oro è certamente la curcuma, una spezia preziosa dotata di numerose qualità antiossidanti, depurative e antinfiammatorie.

A rendere i Golden Milk particolarmente utile per la salute è infatti la curcumina, principio attivo della curcuma considerato efficace per contrastare gli stati infiammatori e per potenziare il sistema immunitario, aumentando la capacità del corpo di difendersi dalle malattie.

=> Scopri la ricetta del Golden Milk


Anche la presenza del pepe nero, presente nella ricetta originale del latte d’oro, aiuta a migliorare l’assorbimento di curcumina. La preparazione di questa bevanda richiede pochi e semplici ingredienti e alcuni passaggi preliminari, come la realizzazione della pasta di curcuma da unire in un secondo momento al latte vaccino o vegetale, seguendo le proprie preferenze.

Benefici

All’effetto antinfiammatorio e antiossidante del Golden Milk si aggiunge, innanzitutto, la capacità di regolare il metabolismo e di disintossicare il fegato, favorendo una migliore digeribilità dei cibi assunti, con relativa regolarità intestinale.

Può rivelarsi utile anche per regolare i livelli di colesterolo nel sangue e mantenere la pressione sanguigna entro i margini standard, così come per lenire dolori di varia tipologia. A tal proposito, l’azione analgesica della curcuma contenuta in questa bevanda si manifesta a livello delle articolazioni e della muscolatura, aiutando a ritrovare benessere ed equilibrio.

=> Scopri la curcuma contro l’Alzheimer


Il latte d’oro rappresenta un rimedio efficace anche per i malanni di stagione, come mal di gola e sindromi da raffreddamento, soprattutto se assunto con regolarità anche quotidianamente nell’ambito di regime alimentare completo e vario.

La curcuma, in particolare, si rivela utile per trattare alcuni comuni problemi dermatologici, come l’acne, gli eczemi, la dermatite atopica, la vitiligine, la psoriasi. Nono noti anche gli effetti benefici per la cura delle ferite, delle quali viene favorita e velocizzata la guarigione.

Quando assumerlo

Il Golden Milk può essere assunto al bisogno, per trovare sollievo dai disturbi temporanei causati dal freddo o dai virus influenzali, tuttavia è il consumo prolungato di questo prodotto a generare i maggiori benefici.

In caso di dolori articolari e muscolari, ad esempio, si consiglia di assumere una tazza di latte d’oro ogni giorno, preferibilmente al mattino, per un periodo non inferiore a quaranta giorni. Per potenziare il tono muscolare e migliorare le prestazioni sportive, invece, la bevanda deve essere consumata regolarmente per almeno un mese intero.

=> Scopri se il latte vaccino sia utile o dannoso


In ogni caso, le caratteristiche della pasta di curcuma consentono una conservazione abbastanza lunga del composto base, che può essere realizzato e riposto dentro un contenitore con chiusura ermetica da conservare in frigorifero per un tempo non superiore a quattro settimane.

Controindicazioni

Le controindicazioni relative al consumo del Golden Milk sono legate soprattutto alla curcuma, spezia che potrebbe generare effetti collaterali se assunta in dosi elevate da parte di soggetti predisposti a particolari problemi di salute.

È preferibile chiedere il parere del medico se si soffre di disturbi alla cistifellea o alle vie biliari, così come in presenza di una coagulazione del sangue non ottimale. Da limitare, infine, è l’uso della curcuma da parte delle donne in gravidanza o in allattamento. Tra gli effetti spiacevoli sono segnalati solitamente problemi a livello gastrico, come nausea e diarrea.

29 settembre 2017
Lascia un commento