Gobide della Catalina, il pesce che cambia sesso e ama gli harem

La natura sorprende sempre per la sue capacità di adattamento, spesso inibite all’uomo. Non stupisce, però, l’esistenza di un pesciolino tropicale capace di cambiare sesso in sole due settimane. Si chiama Gobide della Catalina ed è soltanto l’ultimo degli animali cosiddetti transgender, ovvero specie in grado di passare indifferentemente dal genere femminile a quello maschile. Uno studio statunitense della National Science Foundation cercherà ora di capire perché questo processo avvenga e con quali precise modalità.

>>Scopri la leonessa transessuale

Delle capacità di transizione del Gobide della Catalina la scienza ne è da tempo al corrente, ma si è sempre pensato l’animale fosse semplicemente ermafrodita, ovvero dotato sia degli organi genitali femminili che maschili. A quanto pare, invece, i due sistemi riproduttivi non sarebbero contemporanei, bensì adoperati all’occorrenza dopo una singolarissima fase di transizione. L’intero processo dura circa 15 giorni e, grazie a una nuova analisi della luminescenza delle scaglie colorate del pesce, pare che i ricercatori siano in grado di catturare anche gli stadi preliminari della trasformazione.

Matthew Grober, biologo all’Università della Georgia, passa le sue giornate a osservare centinaia di acquari ricolmi del Gobide. A quanto pare, il primo segnale della fase di transizione nel maschio sarebbe un comportamento irrequieto, ben evidente da nuotate all’impazzata a zig-zag. Le femmina, invece, mostrerebbe inizialmente un atteggiamento di piena sottomissione al branco. Per quale motivo, però, il Gobide decide di cambiare sesso?

>>Scopri il pesce invisibile

Con la facilità della transizione, sarebbe fin troppo semplice ipotizzare una distribuzione 50-50 tra maschi e femmine tra i gruppi di pesci. In realtà, la vita del Gobide si conduce in veri e propri harem, con decine di pescioline pronte a cedere al corteggiamento di un unico maschio. I ricercatori, di conseguenza, vogliono capire se vi sia un determinato comportamento sociale alla base della transizione di sesso: l’emersione di una personalità dominate, ad esempio, che assume il ruolo di leader del gruppo costringendo gli altri maschi presenti a diventare femmine. A quanto pare, vi sarebbe soprattutto una questione genetica: il maschio dalle caratteristiche migliori del branco viene privilegiato per la qualità dei suoi geni, conquistando così la possibilità di fecondare tutte le altre femmine.

4 febbraio 2013
In questa pagina si parla di:
Fonte:
CNN
Lascia un commento