La stagione autunnale favorisce l’acquisto della protagonista del mese, la zucca, dal sapore dolce e intenso. Utilizzabile in tanti modi diversi, dalla cucina alla creatività artistica, è l’ideale per una ricetta vegetariana gustosa come gli gnocchi. Facili da preparare e servire sono un toccasana per le serate fredde autunnali. Inoltre, vista la necessità di impastare e mescolare con cura, gli gnocchi stimolano la creatività culinaria e garantiscono una grande soddisfazione esecutiva finale.

Parte integrante della cucina povera di un tempo gli gnocchi sono un prodotto veloce da creare, e principalmente poco dispendioso grazie all’utilizzo di pochi ingredienti. Esistono diverse varianti della ricetta vegetariana, ma quelli alla zucca dal tipico colore arancione sono i più dolci e pieni di sapore.

Gnocchi fatti in casa: gli ingredienti

  • 500 g di zucca gialla
  • 180 g farina
  • 350 gr di patate
  • 1 uovo
  • 1 presa di cannella e noce moscata
  • sale e pepe q.b.

Preparazione

Tagliate la zucca, eliminate i semi, dividetela a fette e togliete la buccia, riponetela in forno sopra uno strato di carta alluminio e lasciatela ammorbidire a 180° per 25 minuti massimo. A parte lessate le patate in acqua salata, scolate ed eliminate la buccia.

Togliete la zucca dal forno, tagliatela a pezzetti e passatela nel passa verdure, quindi versate la purea in una ciotola. Ripetete l’operazione con le patate e unite la purea con quella della zucca. Amalgamate il tutto e aggiungete la farina, le spezie, l’uovo, il sale e il pepe. Mescolate fino a ricavare un composto morbido, uniforme, omogeneo e sodo ma non duro.

Mette una pentola d’acqua sul fuoco quindi appoggiate l’impasto sul piano di lavoro ricoperto di farina, tagliate il tutto a pezzi e ricavate dei lunghi bastoncini modellandoli e stendendoli con le mani. Da ognuno tagliate dei pezzi in modo grossolano, della grandezza di una grossa nocciola o noce, quindi a piacere passateli singolarmente sulla forchetta o sul rigagnocchi.

Appoggiateli nuovamente sul piano ricoperto di farina, per impedire che si attacchino, ma appena l’acqua sarà pronta e salata versateli nella pentola. Lessateli un po’ per volta e recuperateli con la schiumarola appena riemergeranno in superficie. Serviteli caldi conditi con olio e salvia saltata in padella, completate con una spolverata di formaggio grattugiato e un po’ di pepe nero.

4 novembre 2013
Fonte:
Immagini:
I vostri commenti
licia, giovedì 20 febbraio 2014 alle18:04 ha scritto: rispondi »

Se possibile vorrei che la spiegazione delle ricette non fosse coperta dalle pubblicità. Grazie

Lascia un commento