In Europa cresce di livello il settore dell’energia eolica dell’Italia, balzata al terzo posto nella classifica continentale per potenza complessiva installata, preceduta solo da Germania e Spagna.

In cifre, siamo arrivati ormai a 4.845 MW di impianti con 6,75 TWh di energia elettrica generata dallo sfruttamento del vento.

Tra le regioni italiane più performanti si segnalano la Puglia con 1.158 MW installati e la Sicilia forte di 1.116 MW di impianti e di un tasso di crescita del 41% rispetto al 2008.

Questi significativi dati sono stati forniti durante la presentazione del rapporto 2009 sull’energia eolica in Italia nel convegno di Roma promosso da APER GrandEolico, gruppo di lavoro dell’Associazione Produttori Energia da fonti Rinnovabili.

Aumenta in modo sintomatico anche il favore dell’opinione pubblica nei riguardi dello sviluppo dell’eolico. Secondo una ricerca condotta dall’istituto Ispo emerge che l’80% degli italiani esprime un giudizio positivo sull’energia eolica mentre una percentuale del 75% pensa che possa costituire un volano di innovazione per l’Italia.

I dati sono stati confermati anche dall’Ewea (European Wind Energy Association), in occasione del Global Wind Day di oggi. Secondo l’associazione, l’Italia è al terzo posto in quanto a nuovi impianti installati nel 2009 (+1114 MW) e conquista un buon piazzamento anche in prospettiva futura. Buoni anche i dati a livello europeo, sempre secondo l’Ewea la capacità eolica complessiva europea arriverà a 230 GW nel 2020.

15 giugno 2010
I vostri commenti
ziomaul, mercoledì 16 giugno 2010 alle22:22 ha scritto: rispondi »

Purtroppo lontanissimi da Spagna e Germania e tallonati da altri!! "Un totale di 4844,80 MW, pari all'11% di quella europea, meglio della Spagna (+2459 MW) e della Germania (+1917 MW)" Nel 2030 se non prima: "L'Italia darà il proprio apporto con 11,8 GW, rimanendo però ancora dietro a Germania (25,1G W previsti), Spagna (23,3 GW) e subendo il sorpasso di Gran Bretagna (22,8GW) e Francia (19,6 GW)." Ciao

Lascia un commento