Quale occasione migliore di San Valentino per dimostrare il proprio amore verso il Pianeta? Con questo intento è nato il Global Divestment Day, una mobilitazione globale che vedrà tutti gli innamorati della Terra scendere in campo il 13 e il 14 febbraio prossimo per manifestare contro gli investimenti e gli incentivi alle fonti fossili.

In Italia diverse associazioni ambientaliste, dall’Italian Climate Network a Legambiente, hanno deciso di aderire al Global Divestment Day per far sentire forte e chiaro il loro no a un futuro dominato dall’inquinamento.

Come ha sottolineato Rossella Muroni, direttrice generale di Legambiente anche in Italia, come nel resto del mondo, oggi più che mai è fondamentale togliere i sussidi alle fonti fossili, impedendo la realizzazione di nuove centrali a carbone.

Gli ambientalisti invitano tutti gli innamorati del Pianeta a condividere su Facebook, Twitter e sugli altri social network delle foto a sostegno della causa, invitando le imprese e il governo a tagliare sussidi e investimenti nelle fossili per ridurre le emissioni di gas serra e salvare la Terra da una crisi climatica irreversibile. Legambiente in un comunicato illustra le modalità di partecipazione al Global Divestment Day:

Scatta una foto romantica e impostala come immagine del tuo profilo Facebook o Twitter. Inseriscila nella cornice di San Valentino “Innamorati del Pianeta – NO alle Fonti Fossili” al link http://www.picbadges.com/community/54d4a31fb1f22cb065b20969. Condividi la tua nuova immagine usando per Facebook: #matteorenzi @legambiente #Stopfontifossili #divestment e per Twitter: @governoitalia #Stopfontifossili #divestment.

Il Global Divestment Day, promosso da 350.org, vuole essere un invito a tutti i leader del mondo e ai colossi energetici che possono avviare un nuovo corso, scommettendo sulle fonti rinnovabili e abbandonando l’era dei combustibili fossili una volta per tutte. Il 2015 sarà un anno decisivo nella lotta ai cambiamenti climatici.

A dicembre è in programma una nuova Conferenza sul clima. Il summit, che si terrà a Parigi, dovrà riuscire a mettere d’accordo tutti i Paesi del mondo, siglando un nuovo accordo internazionale per la riduzione delle emissioni.

Per tagliare i gas serra, l’abbandono progressivo dei fossili è fondamentale. Per questa ragione sabato prossimo il mondo deve chiedere a gran voce ai propri leader di sostenere questa rivoluzione energetica per permettere al Pianeta e alla popolazione di tornare a respirare e a costruire un futuro più pulito e sostenibile.

12 febbraio 2015
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Immagini:
Lascia un commento