Glifosato: Parlamento europeo indaga su proroga UE

La nuova autorizzazione per l’utilizzo del glifosato per i prossimi 5 anni proposta dalla Commissione europea e avallata dagli Stati membri dell’UE finisce nel mirino del Parlamento europeo, che torna alla carica contro il più famoso erbicida in circolazione creando una apposita commissione di inchiesta e si occuperà di indagare, in maniera approfondita, sulle procedure utilizzate dall’Unione Europea per approvare i pesticidi.

=> Leggi di più sul rinnovo dell’autorizzazione al glifosato

La commissione dell’Eurocamera sarà composta da 30 membri, i quali nell’arco dei prossimi nove mesi dovranno esaminare possibili “falle e criticità” nel sistema di valutazione e autorizzazione dei pesticidi, il ruolo della Commissione UE nel rinnovo dell’autorizzazione quinquennale del glifosato e l’esistenza o meno di eventuali “conflitti di interesse” nella procedura di approvazione dello stesso.

=> Germania vota a favore del glifosato e poi propone divieto interno, leggi di più

Il caso del glifosato ha lasciato troppi dubbi che il Parlamento UE vuole sciogliere definitivamente, sempre con a mente non tanto l’industria, ma unicamente la tutela della salute dei cittadini europei.

La relazione finale della commissione d’inchiesta dovrà essere presentata alla conclusione delle indagini in plenaria a Strasburgo e, oltre a fare chiarezza sulla effettiva correttezza delle procedure comunitarie finora usate per valutare queste sostanze chimiche, dovrà chiarire anche il ruolo delle Agenzie della UE, tra cui l’EFSA di Parma (Ente per la sicurezza alimentare), indicando se le stesse dispongono effettivamente di risorse adeguate per poter realizzare i propri obiettivi.

9 febbraio 2018
Immagini:
Lascia un commento