La Germania vota sì al rinnovo decennale del glifosato. Una brutta notizia per molti consumatori preoccupati perchè, anche se Francia, Italia e Spagna non si sono sbilanciate in merito, la posizione della Germania è quella più importante e determinante.

=> Leggi le polemiche sul glifosato scatenate dai Monsanto Papers

Come mai è successo questo? Probabilmente viste le imminenti elezioni, la Cancelliera Tedesca pare abbia voluto accontentare gli agricoltori tedeschi, che usano il glifosato, per accaparrarsi voti utili. Tra l’altro, il glifosato usato dagli agricoltori è contenuto nel RoundUp della Monsanto che sta trattando con la Bayer, tedesca, per una fusione.

Ecco da dove sarebbe nata quindi la decisione della Germania di dire sì al glifosato andando però non certo incontro agli interessi dei cittadini europei, nè alla tutela dell’ambiente. A oggi non c’è ancora nulla di certo, ma l’incontro dei giorni scorsi è stato utile alla Commissione per presentare il rinnovo dell’uso del glifosato e, l’appoggio della Germania è stato un buon inizio.

Ora tocca agli altri Stati Membri dare un proprio parere sulla proposta dell’UE prima del voto decisivo nello Standing Committee on Plants, Animals, Food and Feed (Comitato permanente per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi). La partita è ancora aperta dunque, ma il rinnovo dell’uso del glifosato per altri 10 anni sembra praticamente confermato.

28 luglio 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
I vostri commenti
Angelo, domenica 30 luglio 2017 alle8:15 ha scritto: rispondi »

Speriamo che la cancelliera alle prossime elezioni prenda sì i voti degli agricoltori ma nel contempo perda tutti gli altri. È una mera speranza.

Lascia un commento