Gli alimenti geneticamente modificati fanno male alla salute? Secondo una recente ricerca, non direttamente. O meglio, non provocano danni immediati sull’organismo, ma alla lunga possono favorire l’obesità, quindi possono nuocere alla salute con tutto quello che ne consegue in termini di diabete, malattie cardiovascolari, musco-scheletriche e chi più ne ha più ne metta.

Lo studio è stato condotto dalla Norwegian School of Veterinary Science, che ha analizzato come ratti e salmoni reagiscano alla somministrazione di OGM. Gli animali sono stati alimentati con del mais geneticamente modificato affinché sia resistente agli attacchi dei parassiti e, sebbene non vi siano stati danni immediati derivanti dalla dieta e non siano stati notati effetti funesti come malattie rare o cancro, un “piccolo” effetto collaterale è parso evidente. I topi nutriti con OGM ingrassano molto velocemente. E lo stesso vale anche per i pesci.

Non è però tutto: le indagini sui salmoni, controbilanciate da un gruppo di esemplari campione alimentati con mangimi pienamente biologici, mostrano cambiamenti significativi dell’orgasmo. Oltre a essere più grossi, i salmoni in questione tendono a sviluppare una struttura intestinale differente rispetto a quella del gruppo di controllo, con una difficoltà maggiore nella digestione di alcune proteine. Un fatto che, alla lunga, porta all’indebolimento del loro sistema immunitario.

Sebbene la ricerca non abbia indagato gli effetti di una dieta OGM sugli umani, alcune questioni sono state sollevate dal team norvegese. A spiegarli è Åshild Krogdahl, docente proprio della Norwegian School of Veterinary Science:

«Se gli stessi effetti si verificassero negli umani, come inciderebbero fra qualche anno sulle persone che mangiano questo tipo di grano o, ancora, che consumano carne di animali nutriti con questo grano? Non voglio sembrare allarmista, ma si tratta di un fenomeno interessante che merita di essere ulteriormente esplorato.»

Lecito ricordare, infine, come non tutti gli alimenti geneticamente modificati siano pericolosi come quelli analizzati in questa ricerca. Da tempo si stanno studiando pietanze che possano addirittura risolvere delle patologie, tra cui proprio l’obesità. Forse, però, prima di lanciarsi con entusiasmo nel consumo di prodotti OGM è meglio attendere qualche conferma in più dalla scienza.

21 luglio 2012
Fonte:
I vostri commenti
Rinaldo, lunedì 23 luglio 2012 alle20:17 ha scritto: rispondi »

Ma non sarebbe ora di smetterla con tutte queste baggianate, che producono solo enormi danni e speculazioni incredibili per chi naviga su queste assurdità?

Lascia un commento