L’89% degli italiani favorevole a eolico e rinnovabili. Questo l’esito di un sondaggio condotto da ISPO per conto di ANEV e presentato dal Prof. Renato Mannheimer durante “Il vento fa il suo giro”, convegno tenutosi in occasione del Festival dell’Energia a Firenze.

Sempre secondo il sondaggio, gli italiani sarebbero pronti anche ad accettare un piccolo rialzo in bolletta pure di incentivare la produzione soprattutto di energia eolica. Mentre il 22% si dichiara pronto a destinare un piccolo aumento nelle spese energetiche per lo sviluppo delle rinnovabili, a puntare sull’eolico, destinandovi una quota compresa tra l’1 e il 6%, è addirittura il 44%. Non solo, addirittura il 23% accetterebbe una maggiorazione in favore dell’eolico superiore anche al 6%.

Nei dati forniti da ANEV vengono portate alla luce alcune percentuali significative. Tra queste vediamo come appena il 9% non conosca la tecnologia eolica, mentre oltre l’80% non creda affatto che gli impianti possano danneggiare la salute e il 63% pensa che non deturpino affatto il paesaggio.

L’Italia “politica” sembra però non seguire lo stesso orientamento degli italiani. Riguardo incentivi e politiche economiche in tema di fonti rinnovabili, le statistiche bocciano l’operato del governo. Il 51% ritiene nullo l’intervento dell’esecutivo a sostegno dell’energie pulite, mentre per il 37% qualcosa è stato fatto, ma in misura assolutamente insufficiente. In ogni caso, oltre l’80% di italiani è convinto che per le rinnovabili si possa e si debba fare molto di più.

27 settembre 2011
In questa pagina si parla di:
Fonte:
Lascia un commento