Si festeggia oggi la Giornata della Terra, l’appuntamento annuale per celebrare l’ambiente e salvaguardare il Pianeta, sempre più minacciato da inquinamento, cambiamenti climatici e attività dell’uomo. Una ricorrenza che si ripete ormai da diversi decenni, sia con campagne di sensibilizzazione che con azioni utili per il rispetto della natura, pronta in questo 2017 a numerosi eventi. Ma quali sono le origini di questo giorno speciale e, ancora, quali le iniziative in programma?

=> Scopri le iniziative di Cinecittà World per l?Earth Day


Di seguito, qualche informazione sulla storia della Giornata della Terra, gli eventi in programma in Italia per l’edizione in corso, nonché qualche consiglio pratico per ridurre il proprio impatto ambientale.

Giornata della Terra: la storia

La Giornata della Terra, conosciuta anche come Earth Day nel mondo anglosassone, è una ricorrenza annuale dedicata alla salvaguardia del Pianeta e al rispetto dell’ambiente. L’appuntamento cade sempre il 22 aprile, a un mese e due giorni dall’equinozio di primavera, e coinvolge numerosissime nazioni a livello mondiale.

L’idea di una giornata per celebrare la Terra nasce nel 1969, quando l’attivista per la pace John McConnell propose una simile ricorrenza, da celebrare il successivo 21 marzo 1970. Il progetto si concretizzò nell’aprile dello stesso anno, con l’approvazione del Segretario Generale delle Nazioni Unite U Thant, il 22 aprile del 1970. Tra gli obiettivi, la sensibilizzazione al rispetto delle risorse naturali del pianeta, la salvaguardia dell’ambiente, la lotta all’inquinamento, le modifiche del clima e molto altro ancora.

=> Scopri i danni dei cambiamenti climatici in Siberia


Negli anni, la Giornata della Terra è diventato un appuntamento stabile e, a oggi, vi partecipano oltre 193 paesi in tutto il mondo. La celebrazione è l’occasione per fare il punto sullo stato d’avanzamento delle risorse rinnovabili, per interrogarsi sulle alternative ai combustibili fossili e altri materiali esauribili, comprendere i danni e le possibili conseguenze dei danni climatici, nonché sensibilizzare al riciclo e al consumo consapevole. In ogni Paese vengono quindi organizzate delle iniziative specifiche, da seminari per informare i cittadini a opere sul campo, quali la riforestazione di ampie aree verdi. Negli ultimi anni, la ricorrenza si è ulteriormente allargata con eventi collaterali, tanto che si parla di Settimana della Terra.

Giornata della Terra 2017: eventi italiani

Sono moltissime le iniziative che, a livello locale e nazionale, coinvolgeranno questa giornata di festa anche in Italia. A Roma, ad esempio, dal 21 al 25 aprile Earth Day Italia, in collaborazione con il Movimento dei Focolari e il Ministro dell’Ambiente”, organizza “Il Villaggio per la Terra”: un luogo d’incontro tra sport e concerti, esposizioni, mostre, convegni, spettacoli, laboratori e molto altro ancora. Pierluigi Sassi, presidente di Earth Day Italia, ha così commentato il progetto:

Quest’anno Earth Day Italia vuole lanciare un messaggio forte e di stimolo nei confronti di tutte quelle politiche che, cavalcando il generale clima di sfiducia e rabbia, alzano muri e continuano a sfruttare senza remore le risorse naturali. Con il Villaggio per la Terra vogliamo mettere in festa il sentimento di solidarietà universale che esiste ancora, potente, tra le persone, e che è capace di generare il cambiamento.

=> Scopri le iniziative di Apple per l’Earth Day


Il mondo scientifico, invece, organizza “La Marcia per la Scienza”, per difendere il metodo scientifico e sensibilizzare sui problemi dei cambiamenti climatici, mentre NASA a livello internazionale permette di “adottare” 64.000 aree del Pianeta viste dallo spazio. Sul sito ufficiale di Earth Day, nel mentre, è possibile ottenere la lista di tutti gli eventi a livello locale, grazie a una comoda mappa di segnalazione.

Piccoli consigli quotidiani

Quella dell’Earth Day potrebbe essere l’occasione giusta per migliorare il proprio stile di vita, con delle azioni quotidiane che, per quanto possano sembrare semplici di primo acchito, possono invece avere un grande impatto nel lungo periodo. A partire dai consumi energetici: utile è evitare di lasciare elettrodomestici e dispositivi in stand-by, sostituire lampadine a scarsa efficienza energetica con soluzioni moderne al LED e sfruttare al meglio la luce naturale anche con l’installazione di lucernari. Ancora, è possibile ridurre sensibilmente il proprio impatto ambientale riducendo di 1-2 gradi i riscaldamenti invernali, oppure evitando di scegliere temperature eccessivamente fredde per la climatizzazione estiva, magari anche sfruttando il ricircolo e le correnti naturali d’aria. E in caso non fosse possibile installare pannelli fotovoltaici sul proprio tetto, per la produzione di energia pulita, un’idea utile potrebbe essere quella di scegliere fornitori certificati su fonti rinnovabili.

=> Scopri come riciclare le bottiglie di plastica


Un ambito spesso sottovalutato è quello dell’acqua potabile, un bene prezioso ed essenziale alla vita, tuttavia sempre più in periodo. Per ridurre i propri consumi, basta davvero poco: è sufficiente limitare il proprio tempo in doccia, a circa 5 minuti, nonché riutilizzare l’acqua piovana di recupero per innaffiare piante, fiori e orto. Allo stesso tempo, si potrà optare per detergenti naturali, o comunque altamente biodegradabili, per facilitare il recupero e la depurazione delle acque reflue.

Sul fronte dei consumi, indicato sarà lanciarsi nel riciclo, soprattutto della plastica, nonché nella scelta di prodotti dal packaging ridotto, meglio se da fornitori locali e a chilometro zero. Ancora, si rispettino le regole della raccolta differenziata e, in caso vi fosse un orto o un piccolo terrazzo, sarà possibile recuperare lo scarto umido per la creazione di utilissimo compost.

22 aprile 2017
Fonte:
Lascia un commento