Si è tenuta pochi giorni fa nel Regno Unito e negli Stati Uniti, con il tradizionale “National Black Cat Day”. E la Giornata Nazionale del Gatto Nero giunge anche in Italia, nella sua tradizionale ricorrenza del 17 novembre. Un modo per allontanare le superstizioni che da sempre accompagnano questi felini, per ridurre il fenomeno degli abbandoni e, non ultimo, incentivare le adozioni.

Nella cultura italiana, l’associazione del 17 al gatto nero non è di certo casuale. Il numero, infatti, è legato a temi quali la sfortuna, la stessa che nei secoli è stata accomunata a questi splendidi felini. Non a caso, anche la giornata dedicata ai tutti gatti cade nello stesso giorno, però nel mese di febbraio. Eppure, nonostante la modernità, continuano purtroppo a sussistere pregiudizi e superstizioni sul conto di questi animali domestici, tanto che non si placano abbandoni e altre discriminazioni.

Così come ormai già noto, gli esemplari neri sono i meno scelti da rifugi e gattili, poiché ancora scontano il peso della loro infausta e ingiusta fama. Inoltre, un sondaggio dello scorso anno ha evidenziato come questi animali subiscano un ulteriore contraccolpo poiché, in tempi di selfie e smartphone, non sarebbero ben visibili nelle fotografie. Un fatto che, solo pochi giorni fa, ha spinto la RSPCA a rilasciare una guida video per ottenere riprese perfette anche con i gatti neri, nella speranza l’iniziativa possa incentivarne l’adozione.

In questa giornata di celebrazioni, non solo si ricorda il gatto nero all’interno della cultura, ma si cerca di sconfiggere le dicerie che ne possono ostacolare un’esistenza serena. Non è infatti vero che questo esemplare porti sfortuna: come tutti i felini, sarà in grado di domare amore e affetto ai proprietari. Inoltre, si sta imponendo un nuovo e interessante trend, nato anche come contraltare alla superstizione: i gatti neri, oltre a essere dei perfetti compagni di vita, sono anche fra i più eleganti e maestosi del regno felino. Delle piccole pantere, che sapranno di certo allietare l’esistenza degli appassionati. Di conseguenza, se si stesse valutando l’ipotesi di adottare un nuovo micio, non si scarti a priori l’idea di scegliere un esemplare dal manto corvino: anche i gatti neri meritano amore, una casa e tanta serenità.

17 novembre 2015
Fonte:
I vostri commenti
Maddii paolo, lunedì 21 dicembre 2015 alle20:37 ha scritto: rispondi »

Quando leggo la notizia che 3 adolescenti hanno ucciso un gatto nero a calci, penso con tristezza che l'uomo è veramente il più crudele degli animali. In casa mia ci sono sempre stati dei gatti neri e spesso gatti neri. Adesso ne abbiamo due piccoli che reno stsati abbandonati, forse perché sono neri, sono meravigliosi, amorosi e dormono con noi, in fondo al letto nella loro coperta, e prima che spegiamo la luce vengono a fare testatine e non diturbano mai fino al momento che ci alziamo. Auguri a tutti coloro che ospitano gatti, specialmente quelli NERI.

bruna, martedì 17 novembre 2015 alle14:51 ha scritto: rispondi »

Ho due gattini neri maschio e femmina colonia felina composta da tre gatti sono adorabili buoni ome il pane

Lascia un commento