In occasione della Giornata Mondiale dell’Acqua che si celebra oggi 22 marzo Green Cross, organizzazione nazionale che ha come fine quello di raggiungere un futuro equo, sostenibile e sicuro per tutti, lancia la campagna #salvalagoccia, per fare un focus sull’importanza della risorsa acqua e sulla necessità di limitarne al massimo gli sprechi.

L’iniziativa vede il patrocinio delle associazioni “Borghi Autentici d’Italia” e “Comuni Virtuosi”, di Earth Day Italia e LifeGate. Si inserisce nel programma di educazione ambientale “Immagini per la Terra”, concorso che gode dell’Alto Patronato del Presidente della Repubblica, realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, per impegnare studenti e insegnanti in idee, progetti e buone pratiche contro i cambiamenti climatici.

Tutti sono invitati a pensare al proprio modo di ridurre l’utilizzo e gli sprechi d’acqua, per esempio creando delle ricette a basso impatto da realizzare e condividere sul web con foto o video aggiungendo l’hashtag #salvalagoccia. In tal modo ciascuno potrà essere un “eroe dell’acqua e del clima” e far salire il contatore di buone azioni che si trova sul sito immaginiperlaterra.it.

Così hanno fatto Tessa Gelisio e Franco Aliberti che hanno dedicato due ricette speciali alla campagna calcolando il risparmio d’acqua ottenuto. Quando ci mettiamo a tavola le nostre esigenze idriche sono molto elevate, non solo per l’acqua che beviamo (2 litri al giorno), ma anche per quella che è servita per la produzione del cibo che mangiamo.

Qui le quantità variano notevolmente: si va dai 500 litri d’acqua per produrre 100 grammi di formaggio ai 2.400 per un hamburger. Frutta, verdura e legumi hanno invece un impatto, da questo punto di vista, molto inferiore. La FAO ha calcolato che siano 3.000 in tutto i litri d’acqua al giorno che servono per soddisfare il nostro fabbisogno.

L’acqua riguarda però anche moltissimi altri settori, anche dal punto di vista lavorativo. Gli atleti azzurri Daniele Molmenti e Daniele Scarpa ad esempio, che dell’acqua hanno fatto la loro professione, hanno messo la faccia per questa campagna e con la FICK (Federazione Italiana Canoa Kayak), vogliono lanciare il loro messaggio affinché l’acqua dei fiumi sia tutelata e mantenuta salubre. Anche Caterina Balivo, che conduce un programma televisivo che dà ampio spazio alle pratiche green, ha pubblicato on line questo messaggio:

Ragazzi, la vita non sempre è semplice come bere un bicchier d’acqua. Noi però, con il nostro contributo consapevole, possiamo aiutare il pianeta e chi è meno fortunato di noi, che non ha accesso all’acqua potabile.

Dal mondo della scienza a quello della poesia, l’acqua è vista come una risorsa preziosa, fonte di vita e di energia, capace di creare forme e visioni in un equilibrio inestimabile, che dobbiamo preservare. La poetessa brasiliana Marcia Theophilo ha creato appositamente una poesia in cui canta la pioggia come un bene prezioso e sacro per mantenere vivo il fiume e tutte le specie animali e vegetali che da esso dipendono.

Anche lo scienziato Andrea Zitolo, che lavora nel centro di ricerca francese Soleil, dove sviluppa pile a idrogeno che generano acqua come prodotto di scarto, si è prestato per la campagna, puntando l’attenzione su una scienza e una tecnologia che allo stesso tempo devono sviluppare nuovi metodi efficienti ed economici per rendere l’acqua disponibile per tutti e permettere di raggiungere il minor impatto ambientale possibile.

22 marzo 2016
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento