L’acqua, nonostante quanto ne possano pensare certi “trivellatori” di casa nostra, è il bene più prezioso del pianeta. Per questo motivo, per difenderla e per difendere il diritto di tutti ad accedervi, oggi come ogni anno a partire dal 1992 si festeggia il Wolrd Water Day.

Leggi le critiche UE all’Italia sul rispetto dell’acqua pubblica

La Giornata Mondiale dell’Acqua non è che l’occasione per ricordare a tutti alcuni dati statistici importanti: il nostro pianeta è ricoperto per ben il 71% da acqua, di cui solo una minima parte è potabile. Il nostro stesso corpo è essenzialmente fatto d’acqua. Difendere questo elemento significa, allora, difendere il mondo, la vita su di esso e noi stessi in prima persona.

Le iniziative che oggi verranno promosse in tutto il mondo sono più di 450. La più importante, quella che organizzata dalle Nazioni Unite, si svolge a L’Aia in Olanda. Dovunque vi troviate nel Mondo (o quasi) però vi sarà almeno un’iniziativa vicina a voi, da Parigi a Kuala Lumpur, passando per Nairobi o New York. Ovviamente iniziative sono previste anche a Roma, Milano, Torino e in altre città italiane.

Lo slogan di quest’anno, scelto a partire tramite un simpatico concorso è “Water, Water Everywhere, Only if We Share“, proposto dalla cittadina indiana Megha Kumar. In Europa, per molti movimenti, sarà l’occasione per dare la scossa finale alla raccolta firme per la legge ICE, perché anche per le leggi europee l’acqua diventi un bene comune. Sott’occhio soprattutto l’Italia che non ha ancora raggiunto il numero minimo di firme necessario (ne mancano 40 mila).

Leggi le notizie riguardo la legge europea di iniziativa popolare sull’acqua pubblica

Dal sito Acqua Bene Comune leggiamo il seguente appello:

In Italia mancano 40 mila firme per raggiungere il quorum e 100 mila per contribuire a raddoppiare e raggiungere i due milioni complessivi entro il 22 marzo, giornata mondiale dell’acqua. 5 piccole azioni in 5 minuti per partecipare anche tu all’iniziativa:

1) Se non hai ancora firmato fallo al più presto cliccando qui

2) Se hai firmato convinci almeno altre due persone a farlo

3) Condividi sui social network la pagina www.acquapubblica.eu

4) Scarica qui la cover dell’ICE ed esponila sul tuo profilo facebook fino al 22 marzo

5) Inoltra questa e-mail a tutti tuoi contatti

Aiutaci a trasformare l’acqua in un bene comune in tutta Europa.

Non possiamo che unirci a tale iniziativa, invitandovi tutti a firmare (anche online) e condividere via social network. L’acqua se lo merita (e tutti noi con lei). Per un elenco di tutte le iniziative legate all’ICE sul territorio nazionale visitate questo link.

21 marzo 2013
In questa pagina si parla di:
Lascia un commento