Giornata Alimentazione: Food Sustainability Media Award, i finalisti

In occasione della Giornata mondiale dell’Alimentazione Barilla torna a sottolineare il ruolo chiave del mangiare in maniera sana. La Fondazione BCFN ha ricorso anche quest’oggi come gli italiani abbiano perso nel complesso circa 4 mila anni di vita nel solo 2017, proprio a causa di scelte alimentari sbagliate. Tra i più interessati dal problema i giovani, sempre più distanti dalla Dieta Mediterranea.

Secondo le anticipazioni del Food Sustainability Index, che verrà presentato ufficialmente il 27 e 28 novembre, offerte per la Giornata mondiale dell’Alimentazione, l’Italia avrebbe iniziato a mettere in campo soluzioni per arginare il fenomeno della cattiva nutrizione. Una situazione che alcuni media più di altri hanno provato a mettere al centro dell’attenzione e che verranno premiati in occasione del Food Sustainability Media Award, di cui oggi sono stati comunicati i 12 finalisti.

=> Leggi di più sulla Giornata mondiale dell’Alimentazione 2018

Oltre 430 i candidati provenienti da 80 Paesi, che hanno partecipato con articoli (oltre 325), foto e video (106). Intervenuto in merito al Food Sustainability Media Award anche Guido Barilla, presidente della Fondazione BCFN, che ha dichiarato:

Abbiamo tutti un ruolo da svolgere per aggiustare il nostro attuale sistema alimentare che comincia a disgregarsi. Con questo premio, miriamo a promuovere un giornalismo di qualità per incoraggiare l’azione e trovare soluzioni concrete per un sistema alimentare globale più sostenibile.

=> Leggi le anticipazioni dei dati Barilla sugli italiani e la cattiva alimentazione

Tutti i 12 finalisti sono candidati alla categoria “Best of the Web”. I vincitori saranno annunciati durante il IX Forum Internazionale su Alimentazione e Nutrizione in programma a Milano dal 27 al 28 novembre presso il Pirelli HangarBicocca. Nello specifico la lista degli ammessi in finale e le altre categorie in cui sono impegnati:

  • “Multimedia edito” – Concorrono in questa categoria Luca Locatelli, che ha proposto un articolo pubblicato sul National Geographic, Gregg Segal, Time Magazine, e Kim Harrisberg, Cutting Edge South African Broadcast Corporation.
  • “Multimedia inedito” – I finalisti di questa categoria sono Rosemary Ostfeld, con “Eat Like the World Depends on It”, Karen Buchsbaum e Koorosh Farchadi, con “Harvests of Hope California”, e Maggie Andresen, con “Journey to Better Health: Childhood Malnutrition in Rwanda”.
  • “Giornalismo edito” – In corsa i giornalisti Anna Wolfe, della testata “The Clarion Ledger”, Emma Bryce, di “Wired UK”, ed Helena Bottemiller Evich, di “Politico”.
  • “Giornalismo inedito” – I giornalisti in finale sono Pauliina Siniauer, con l’articolo “A trashcan lady is now feeding the neighborhood”, Robyn Bowden con “Overworked, overweight and undernourished: the burden of South African women” e Nastasha Alli con il testo “Why The Philippines May Run Out Of Fish By 2048″.

16 ottobre 2018
Lascia un commento