Edilizia sostenibile: Gioia 22, eco-grattacielo a Milano

Gioia 22 è l’eco-grattacielo che sorgerà a Porta Nuova a Milano. Il progetto è stato presentato da Coima Sgr, che intende realizzare 26 piani ecosostenibili al posto del palazzo dell’INPS in via Melchiorre Gioia.

Gioia 22 sarà alto 120 metri e occuperà una superficie lorda di quasi 70 metri quadrati. È interamente dedicato alla mobilità green e verrà costruito secondo un progetto di edilizia sostenibile. Il vecchio palazzo dell’INPS è stato realizzato nel 1961 ed è stato dismesso nel 2012. È stato soggetto ad un’opera di bonifica e poi è seguita la demolizione. Sono state rimosse 200 tonnellate di amianto.

=> Scopri la Terrace House di Vancouver

Si stima che nel 2018 possano iniziare i lavori di costruzione dell’eco-grattacielo, per completare la struttura nel 2020. Avrà una superficie di oltre 6 mila metri quadri di pannelli fotovoltaici, che permetteranno di ridurre il fabbisogno energetico del 75% rispetto a quello degli altri grattacieli presenti nel capoluogo lombardo.

L’energia prodotta da questi pannelli solari potrebbe soddisfare il fabbisogno energetico di 366 abitazioni. In Gioia 22 l’illuminazione a LED sarà controllata da appositi sensori. Inoltre sarà presente un sistema di riscaldamento che viene alimentato dall’acqua della falda acquifera.

=> Scopri la Acute House, esempio di ottica green e riuso

Secondo il progetto Gioia 22 ridurrebbe di 2260 tonnellate all’anno le emissioni di anidride carbonica rispetto al vecchio palazzo dell’INPS. Si calcola che questa quantità corrisponda a 10 ettari di bosco, per un totale di 4500 alberi. All’interno dell’eco-edificio saranno presenti delle stazioni di ricarica per le auto elettriche e dei servizi di bike sharing.

L’edificio sarà collegato alla città con moltissime aree verdi. All’interno di Gioia 22 possono essere ospitate fino a 2700 persone. Sarà sede di società nazionali ed internazionali che operano a livello finanziario, nelle tecnologie, nella moda e nei servizi di consulenza. Come ha dichiarato Pierfrancesco Maran, assessore all’Urbanistica di Milano, a proposito di Gioia 22:

Questo progetto dimostra ancora una volta come la qualità architettonica non possa più prescindere dalla sostenibilità ambientale: il nuovo edificio si integrerà in armonia e continuità con quanto realizzato negli ultimi anni nell’area di Porta Nuova, un piano urbanistico che, dal Bosco Verticale al nuovo Palazzo Lombardia, dalla Torre Unicredit al complesso dell’area Varesine con la Torre Diamante, ha ridefinito lo skyline della città con progetti di elevata qualità architettonica.

17 novembre 2017
In questa pagina si parla di:
Immagini:
Lascia un commento