Giocare a calcio due volte a settimana aiuta a vivere più a lungo

Giocare a calcio per un’ora almeno due volte a settimana è un toccasana per vivere più a lungo. Nell’attività sportiva più popolare in Italia sarebbe racchiuso il segreto della longevità secondo alcuni ricercatori esperti in medicina dello sport. Il loro studio è stato presentato a Lisbona durante la conferenza internazionale “Football is Medicine” e pubblicato (sotto forma di meta-analisi) sulla rivista scientifica Journal of Sports Medicine (BJSM).

=> Scopri perché mangiare sano aiuta a vivere più a lungo

Secondo gli esperti il calcio agirebbe sull’organismo come una medicina ad ampio spettro, andando a stimolare positivamente il corpo rispetto a patologie quali ipertensione, diabete di tipo 2 e colesterolo. Aiuterebbe inoltre a difendersi da quelle problematiche legate a un cattivo stile di vita. Benefici che non riguardano necessariamente gli atleti professionisti, ma che possono essere ottenuti anche praticando questo sport a livello amatoriale.

=> Leggi perché i peperoncini piccanti aiutano a vivere più a lungo

Stando a quanto affermato durante la conferenza in 3-6 mesi di attività il calcio consente di aumentare la capacità aerobica, mentre si riducono la massa grassa e il colesterolo LDL. Inoltre chi soffriva di ipertensione allo stadio lieve o moderato ha visto la propria pressione arteriosa ridursi di 11/7 mmHg, mentre la frequenza cardiaca è calata di 6 battiti al minuto. Uno sport completo che offre diversi vantaggi secondo Fabio Pigozzi, rettore e professore ordinario di Medicina Interna presso l’Università degli Studi di Roma Foro Italico:

I risultati di questa meta-analisi dimostrano che l’allenamento calcistico è un tipo di esercizio intenso, efficace e versatile che combina allenamento di Interval Training, allenamento di resistenza e allenamento della forza. Il calcio abbina i vantaggi dell’impegno aerobico con quello anaerobico che, come anche in altre discipline sportive, garantiscono i risultati migliori per la prevenzione delle patologie. Si è visto che nei pazienti con ipertensione lieve-moderata la pressione si riesce a tenere sotto controllo anche senza farmaci ma con un’adeguata attività fisica aerobica.

31 gennaio 2018
Lascia un commento