Ginocchia e dolori articolari: rimedi naturali

Le ginocchia sono una delle articolazioni più conosciute e sollecitate del corpo umano. Camminare, correre, anche solo alcune errate posture quando si è seduti possono sottoporle a stress e metterne a rischio il corretto funzionamento. Infiammazioni e artriti sono alcune delle possibili minacce, dalle quali derivano i poco piacevoli dolori articolari.

I dolori articolari alle ginocchia possono essere legati a molteplici fattori come traumi localizzati, infiammazione ai tessuti molli, umidità e dolori reumatici, freddo e tendiniti. Come per le altre articolazioni, il primo passo da compiere è l’individuazione della radice del problema, così da poter intervenire in maniera efficace e senza rischiare di aggravare il fastidio.

Innanzitutto occorre capire se l’origine del dolore articolare è da ricercare in un’infiammazione oppure no. Questo perché, in caso di infiammazione, può rivelarsi opportuno un trattamento con il ghiaccio, sconsigliato se ad esempio si tratta di dolori reumatici o legati al freddo e all’umidità. In caso di dubbio contattare il proprio medico curante per una corretta diagnosi.

Rimedi naturali

Un primo rimedio naturale indicato in caso di dolori articolari alle ginocchia è il ghiaccio. Se di origine traumatica o infiammatoria, l’applicazione di alcuni cubetti avvolti in un panno può rappresentare un beneficio immediato e molto efficace. Attenzione però a evitare di impiegare questa soluzione qualora le cause del problema siano altre o si rischia di peggiorare la situazione.

Come ad esempio accadrebbe in caso di reumatismi o artriti, causate sia da traumi passati che da patologie specifiche e aggravate da freddo e umidità. Meglio preferire in queste eventualità una borsa dell’acqua calda e un ambiente poco umido. A questi rimedi si aggiungono poi altre efficaci soluzioni derivate da alcune piante benefiche.

Tra queste l’artiglio del diavolo, una pianta d’origine africana molto utilizzata in caso di traumi e infiammazioni in generale. Acquistabile in erboristeria in forma di olio essenziale, pomata o tintura, la si applica direttamente sulle ginocchia per ottenerne i benefici. Utile soprattutto per il trattamento di artrosi, a causa di alcune controindicazioni va utilizzata con cautela ed evitando accuratamente il sovradosaggio.

Nel trattamento dei dolori articolari alle ginocchia è possibile utilizzare anche l’argilla verde ventilata. Disponibile in polvere, per il suo impiego necessita soltanto di una parte di acqua sufficiente a rendere il preparato fangoso. Applicare sul ginocchio per circa due ore e avvolgere, qualora non si tratti di infiammazione, in un panno caldo.

Altra soluzione utilizzata per i dolori articolari alle ginocchia è l’arnica montana. Particolarmente indicata in caso di traumi o dolori a carattere muscolare, questa pianta si utilizza in soluzione al 10-20% per realizzare un impacco direttamente sulla parte da trattare. Disponibile già pronto in erboristeria, il preparato può essere realizzato anche in casa partendo dalla tintura madre aggiungendovi acqua e glicerina.

Molto utile è anche l’azione offerta dalla boswellia, le cui proprietà aiutano a rinforzare la cartilagine. Per quanto riguarda infine gli infusi si consigliano quelli di sambuco e salice bianco.

Consigli utili

Le ginocchia sono una delle articolazioni che maggiormente risentono di stati negativi indotti dal sovrappeso e da una cattiva postura. Evitare ai nostri “ammortizzatori naturali” uno stress eccessivo è allo stesso tempo un dovere e un aiuto affinché continuino a operare nel migliore dei modi.

Bene mantenere un peso corporeo nella norma, privilegiando allo stesso tempo gli alimenti ricchi di antiossidanti, sali minerali e vitamine, utili al mantenimento di un buono stato di salute delle articolazioni e dell’organismo in generale. Evitare quanto possibile cibi grassi, zuccherati artificialmente o confezionati. Ridurre e se possibile eliminare anche il ricorso alle bevande alcoliche.

Attenzione anche durante lo svolgimento delle attività fisiche, sia all’area aperta che al chiuso. L’utilizzo della bicicletta deve essere, così come quello di una “bike” utilizzata per svolgere lezioni di “spinning”, ben regolata onde evitare sollecitazioni indesiderate alle ginocchia. Discorso riguadante nello specifico l’altezza del sellino, che deve permettere alla gamba di allungarsi completamente, senza tuttavia iper-estendere l’arto.

Anche durante la corsa è importante prestare attenzione alla propria postura, onde evitare di gravare troppo sulle ginocchia facilitandone l’infiammazione dei tessuti molli. Evitare quindi di sbilanciarsi in avanti con il peso del tronco: per quanto possa favorire un minore senso di fatica e “alleggerire” l’andamento del moto, questo tipo di postura potrebbe non consentire alle ginocchia di lavorare al meglio.

20 marzo 2014
I vostri commenti
marilu, giovedì 22 giugno 2017 alle9:41 ha scritto: rispondi »

come si utilizza aceto di mele x dolori atrosici alle ginocchia?

Maria, martedì 14 marzo 2017 alle22:30 ha scritto: rispondi »

Vorrei un rimedio per dolore al ginocchio ,spalla ,anche ,per consumo cartilagine

Angelo, martedì 24 gennaio 2017 alle19:14 ha scritto: rispondi »

Quando piego il ginocchio fa tac e mi fa male a scendere le le scale quali rimedi posso fare

Annamaria Gamini, domenica 23 ottobre 2016 alle9:07 ha scritto: rispondi »

Vi seguo da molto tempo. Sono una signora anziana di 80 anni, ammalata di tumore al colon da due anniLa malattia va abbastanza bene e attualmente prendo solamente una minima dose di chemioterapia in pastiglie. Le cure mi hanno provocato una parestesia agli arti inferiori e camminando male ho offeso un ginocchio per il quale dovrei sottopormi alla protesi . Questo a detta dell' oncologo non posso farlo. Posso solo prendere della Tachipirina 1000, Non esiste un rimedio naturale che non contrasti con la chemioterapia? Vi ringrazio evi saluto Annamaria Gamini

Miky , domenica 17 gennaio 2016 alle18:10 ha scritto: rispondi »

Concordo l'aceto di mele biologico allungato con acqua...

Lascia un commento