Gingerolo dello zenzero: proprietà e controindicazioni

Il gingerolo è una sostanza contenuto nello zenzero. Il suo nome è facilmente associabile al termine inglese utilizzato per definire l’alimento, “ginger” appunto, originario dell’Asia orientale e conosciuto fin da tempi antiche dalle popolazioni di Cina, India e Paesi Arabi. È conosciuto con il nome scientifico di Zingiber officinalis.

=> Scopri i rimedi a base di zenzero per il mal di gola

La radice di zenzero presenta un sapore particolare e deciso, oltre a contenere al suo interno il gingerolo. Il suo impiego avviene sia “fresca” che essiccata e ridotta in polvere. In Paesi come Birmania e Cina viene tipicamente utilizzato nel trattamento dei malanni invernali (soprattutto raffreddore e influenza).

Tisana menta, limone e zenzero

Ginger tea with lemon on a wooden table | Shutterstock

Proprietà

Alcune delle proprietà naturali possedute dal gingerolo interessano quindi l’apparato respiratorio, che beneficerà di tale rimedio per contrastare influenza, raffreddore, mal di gola e tosse. È inoltre efficace anche contro il mal di stomaco, altro possibile “compagno di viaggio” in caso di contagio del virus influenzale.

Le proprietà del gingerolo non si esauriscono qui, ma interessano anche il contrasto dell’emicrania e dei dolori articolari, altri possibili sintomi dell’influenza. È ritenuto utile anche per tenere sotto controllo il colesterolo cattivo e per stimolare le zone del cervello deputate alla memoria.

=> Leggi tutte le proprietà curative dello zenzero

Lo zenzero viene infine ritenuto un toccasana anche per quanto riguarda la sfera sessuale, con il gingerolo indicato come rimedio naturale per migliorare le prestazioni sessuali e come afrodisiaco.

Zenzero, radice

Ginger root sliced on wooden background | Shutterstock

Controindicazioni

Sebben solitamente indicato per contrastare la sensazione di nausea e contro il mal di stomaco, il gingerolo nello zenzero può causare l’effetto opposto in quei soggetti particolarmente sensibili. Meglio quindi procedere, almeno all’inizio, con assunzioni a dosi moderate e proseguire nel trattamento, anche a dosaggio normale, solo dopo averne verificato la tollerabilità.

Lo zenzero è consigliato in modo particolare quando l’origine del mal di stomaco è ad esempio la digestione lenta o laboriosa. È al contrario sconsigliato in chi si soffre di gastrite o di ulcere gastriche, in quanto il gingerolo tende a stimolare la produzione biliare e dei succhi gastrici.

Malgrado alcuni potenziali utilizzi durante la gravidanza, in tale periodo alla donna viene solitamente consigliato di interrompere l’assunzione di tale rimedio naturale. Per ulteriori chiarimenti sul proprio caso specifico è opportuno contattare il proprio ginecologo. Risultano infine importanti interazioni con alcune categorie di farmaci, gli antinfiammatori e gli anticoagulanti, dei quali potenzia gli effetti.

23 febbraio 2018
I vostri commenti
antonio, sabato 24 febbraio 2018 alle5:55 ha scritto: rispondi »

sito bellissimo e molto utile io adesempio che prendo l'anticoaugulante non sapevo che lo genzero ne potenzia l'effetto. Grazie così starò più attento nel berne.

Lascia un commento