Ha generato fitte proteste l’apertura, nel lontano Giappone, di una pista di pattinaggio a dir poco singolare. Lanciata come novità mondiale, nonché unico esemplare del suo genere, la pista in questione presenta oltre 5.000 pesci senza vita incastonati sotto al fondale di ghiaccio, uno stratagemma per riprodurre visivamente una scena marina. Quanto basta, tuttavia, per sollevare le più svariate proteste non solo dall’universo animalista, ma anche dall’opinione pubblica generale.

Il tutto è accaduto nella prefettura di Fukuoka, presso il centro Space World: qualche settimana fa, infatti, è stata inaugurata una pista di pattinaggio con oltre 5.000 pesci incastonati sotto il ghiaccio, provenienti da 23 specie diverse. Dalle razze ai merluzzi, gli animali senza vita erano stati disposti in modo da riprodurre una piccola scena marina, con tanto di piccola spiaggia.

=> Scopri le varietà di pesce rosso


Il centro, tuttavia, pare sia stato momentaneamente chiuso a seguito delle proteste, cresciute rapidamente sulla stampa e sui social media a seguito di un servizio televisivo. In molti hanno giudicato la scena inopportuna, nonché hanno richiesto la rimozione immediata dei pesci, richiesta che è stata accordata dai gestori del centro. Gestori che, a quanto pare, organizzeranno anche una cerimonia funebre per gli animali.

29 novembre 2016
Fonte:
Lascia un commento